Palermo: le atmosfere oniriche di Nicola Pucci in scena a Villa Zito | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

Riparte all'interno del festival RestART 

Palermo: le atmosfere oniriche di Nicola Pucci in scena a Villa Zito | FOTO

di
1 Luglio 2020

Guarda la fotogallery in alto

Riparte la personale di Nicola Pucci a Palermo. Gli amanti dell’arte potranno nuovamente immergersi o scoprire le atmosfere oniriche popolate da figure che si muovono in contesti impossibili.

La mostra più visitata del primo trimestre dell’anno nel capoluogo siciliano riprende dopo la cristallizzazione del lockdown grazie al festival RestART organizzato dagli Amici dei Musei e da Digitrend.  A Villa Zito, sede della Fondazione Sicilia, sarà quindi possibile visitarla ogni venerdì e sabato dal 3 luglio al 29 agosto, dalle 19 a mezzanotte.

La Personale

L’ antologiaNicola Pucci. Opere 1999 – 2019″, curata da Paola Nicita, raccoglie gli ultimi vent’anni di pittura dell’artista palermitano.

Ogni singola opera è sfacciatamente surreale ed estremamente realistica, carica di energie catartiche. Tutto questo è condensato anche in una piccola quadreria.  Presente anche un suo coté del tutto inedito esposto insieme alla sua prima scultura.

Leggi anche

RestART: al via il festival notturno alla scoperta delle bellezze di Palermo | FOTO

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin