Palermo, l'incuria regna sovrana al cimitero dei Rotoli | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Palermo, l’incuria regna sovrana al cimitero dei Rotoli | FOTO

di
16 Novembre 2020

GUARDA LA GALLERY IN ALTO

Pezzi di muro divelti, numerose aree del campo santo lasciate senza acqua per l’utenza e una gestione delle sepolture in terra tutt’altro che cristiana.

Questo è il quadro che appare agli occhi dei visitatori del cimitero dei Rotoli, a Palermo. Una situazione che va avanti da anni, a cui va aggiunta l’aggravante ben più nota della gestione dei defunti a deposito, con decine di salme ancora in attesa di una sepoltura.

I bagni sono da ristrutturare e transennati, così come i passamani delle scale, il che rende davvero complicato, soprattutto per le persone anziane, muoversi all’interno della struttura. L’incuria è evidente anche nella gestione dell’area comune: alcune lapidi risultano spaccate e mischiate con la terra, accatastate fra i vialetti delle sezioni. Come se le lastre in cui sono incisi i nomi dei defunti fossero un qualsivoglia materiale da risulta.

Uno stato di cose che meriterà sicuramente un approfondimento, in attesa che gli annosi problemi che affliggono il campo santo vengano risolti.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin