19 luglio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 15.09
Palermo

progetto in sinergia con l'associazione “Safe for Life”

Palermo, l’Istituto comprensivo Verdi premiato da Marano: uno dei primi in Italia “cardio protetto”

23 gennaio 2018

Da uno studio del 2015, del Ministero della Salute, è venuto fuori che almeno 50 bambini, ogni anno, perdono la vita soffocati dal cibo, a casa, ma soprattutto nelle mense degli istituti scolastici.

Eppure basterebbe una semplice manovra di disostruzione che nel 90 per cento dei casi sarebbe sufficiente per salvare una vita.

Purtroppo manca troppo spesso la conoscenza.

Lunedì 29 gennaio, presso l’Istituto Comprensivo Giuseppe Verdi, l’assessore alla scuola, alle politiche sociali, al lavoro e alla salute, Giovanna Marano, sarà presente per la consegna di un’attestazione alla preside della scuola, che premia l’Istituto, uno dei primi in Italia ad essere “cardio protetto”.
Il progetto nasce lo scorso anno, in sinergia con l’associazione “Safe for Life”, quando al Verdi si svolse un corso denominato “bimbi sicuri”, durante il quale ai genitori, agli insegnanti e al personale scolastico, vennero insegnate tecniche salvavita di disostruzione delle vie aeree.

Vista la grande partecipazione e capita l’importanza di tali manovre, i docenti e i genitori, hanno avviato una raccolta fondi che è servita per dotare la scuola di un defibrillatore (dae) e per formare un numero adeguato di personale scolastico, così come previsto dal decreto Balduzzi e che pone l’istituto all’avanguardia nel territorio siciliano.

Il progetto della scuola Verdi, però, non si ferma qui: prossimo passo sarà quello di istituire un protocollo d’intesa con gli istruttori per far conoscere agli alunni delle scuole medie le basi del primo soccorso e come effettuare una corretta chiamata d’emergenza.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Strade e Scarpe

Ora potremo essere capitale di qualunque cosa, potremo candidarci ad accogliere tutto il mondo, ma fin quando le strade saranno piene di buche, la città sarà pur sempre una città da terzo mondo.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.