Palermo: locali della movida non rispettano norme anti-Covid, fioccano multe e sequestri :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Palermo: locali della movida non rispettano norme anti-Covid, fioccano multe e sequestri

di
28 Settembre 2020

Il Comando della polizia municipale ha eseguito diversi controlli nei locali della movida cittadina a Palermo.

Due locali di via Castrofilippo sono stati sottoposti a sequestro. In entrambi i casi l’azione e’ stata portata a termine congiuntamente con gli uomini del Commissariato Oreto. Al momento del sopralluogo, i due esercizi erano aperti al pubblico con un assembramento di avventori all’ingresso e nell’intera area esterna di pertinenza del locale, dediti al consumo di bevande alcoliche e superalcoliche senza l’utilizzo di mascherine, compreso il personale dipendente.

E’ stato quindi disposto il sequestro cautelare amministrativo di 5 giorni ed i rispettivi gestori sono stati sanzionati per non avere ottemperato ai divieti prescritti dal DPCM per il contrasto dell’epidemia da COVID 19, con un verbale di 400 euro ciascuno. In un altro controllo in un pub di via Carducci, all’atto del sopralluogo era in corso un evento con intrattenimento musicale all’aperto con la presenza di circa mille avventori, accalcati all’ingresso e nell’intera area esterna di pertinenza del locale.

Anche qui molti degli avventori erano senza mascherine, cosi’ come il personale dipendente. Si e’ dunque proceduto al sequestro cautelare amministrativo di giorni 5; il gestore e’ stato sanzionato per non avere ottemperato ai divieti prescritti dal DPCM per il contrasto dell’epidemia da Covid-19, con un verbale di euro 400.

Inoltre, gli agenti hanno contestato al gestore di non avere adempiuto agli obblighi inerenti alla pulizia e al decoro degli spazi pubblici, con un verbale di euro 500. In questo caso, per eseguire il sequestro del locale e’ stato necessario l’ausilio di due pattuglie, per pesanti scontri con gli avventori, i quali hanno tentato di impedire l’atto d’ufficio.

Un deposito di alimenti e bevande, sempre in via Carducci e’ risultato essere illecitamente a servizio dei pubblici esercizi della zona. In questo caso, il sequestro cautelare amministrativo e’ stato disposto perche’ il locale era privo della prescritta SCIA

Sanitaria. Elevata una sanzione di tremila euro perche’ privo della prescritta registrazione sanitaria. Un altro controllo ha riguardato un pub in via Salvatore Marchesi: e’ emerso che occupava arbitrariamente uno spazio esterno privato aperto al pubblico. Sono stati trovati circa 50 chili di alimenti in evidente cattivo stato di conservazione che sono stati sequestrati. Infine, durante un controllo in un bar gelateria di via Aquileia, dalla verifica documentale e’ emerso che in un terrazzamento, di pertinenza del locale, era stata realizzata una struttura edile di ampliamento dell’attivita’, priva di un valido permesso di costruire, adeguatamente attrezzata con tavoli, sedie, impianto elettrico e punti luce. E’ scattata quindi la denuncia.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin