Palermo, Manifesta 12: ecco gli appuntamenti aperti al pubblico prima dell'inaugurazione ufficiale :ilSicilia.it
Palermo

Dal 16 giugno al 4 novembre

Palermo, Manifesta 12: ecco gli appuntamenti aperti al pubblico prima dell’inaugurazione ufficiale

di
5 Giugno 2018

Mancano pochi giorni al 16 giugno, giorno dell’apertura ufficiale di Manifesta 12, la biennale nomade europea di arte e cultura contemporanea che sarà presente a Palermo fino al 4 novembre.

Ecco il programma degli incontri pubblici “aperti” che coinvolgeranno parte degli artisti.

Si inizia giovedì 14, ore 17, con Laura Poitras, premio Oscar 2015 per il miglior documentario con “Citizenfour” in conversazione al Teatro Garibaldi con il giornalista danese Henrik Moltke; alle 20, seguirà, l’opening di Manifesta 12 Studios al Mulino di Sant’Antonino (corso Tukory, 2e), la mostra dedicata al progetto di Ippolito Pestellini Laparelli, Creative Mediator di Manifesta 12 e partner di OMA.

Venerdì 15, alle 12, è in programma la perfomance dell’artista croata Nora Turato all’Oratorio di San Lorenzo (via Immacolatella, 1) mentre alle 15.30 quella di Jelili Atiku, pioniere della performance art contemporanea in Nigeria, che partirà dal Foro Italico per raggiungere i Quattro Canti.

Alle 15.30 si inaugurerà il progetto Education Hub a piazza Magione, progetto del Dipartimento Educazione di Manifesta 12, realizzato in collaborazione con l’Università di Palermo e l’Accademia di Belle Arti, e la società per il trasporto pubblico AMAT.

Il progetto è promosso da DGAAP, Direzione Generale Arte e Architettura contemporanea del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Alle 18 al Teatro Massimo (piazza Verdi), si svolgerà la Borderless Conference, un incontro dedicato ai temi cruciali nell’ambito della dialettica globale in materia di mobilità internazionale, attraverso prospettive artistiche, teoriche e politiche.

Alle 20.30, andrà in scena con diretta streaming a piazza Verdi (biglietti a 1 euro acquistabili direttamente al botteghino del Teatro) Bintou Were. A Sahel Opera, opera africana su libretto di Wasis Diop e Koulsy Lamko e musica di Ze Manel, realizzata dal Massimo in collaborazione con l’Orchestra e il Coro interculturali del Conservatorio di Palermo.

Nella giornata di sabato 16 si comincia alle 11 con la performance dell’artista italiana Matilde Cassani, uno spettacolo pirotecnico diurno,  pensato per i Quattro Canti di Palermo.

Alle 12 si svolgerà nuovamente la performance di Nora Turato all’Oratorio di San Lorenzo, mentre alle 17 sarà la volta di Marinella Senatore, con “Palermo Procession“, una performance processionale che si snoderà da piazza Santa Chiara fino al Foro Italico.

piazza magione

Alle 20 ci si sposterà a piazza Magione per la cerimonia ufficiale di apertura della Biennale alla presenza della direttrice di Manifesta Hedwig Fijen e del sindaco Leoluca Orlando.

La domenica, 17 giugno, il primo appuntamento sarà alle 10, con la perfomance di Patricia Kaersenhout, artista visiva e attivista, all’interno del suo spazio espositivo, a Palazzo Forcella De Seta (Foro Italico Umberto I), mentre la performance di Nora Turato sarà replicata all’Oratorio di San Lorenzo, alle ore 12 e alle ore 18.

Sono poi previsti una serie di incontri dedicati alle tematiche legate alla mobilità internazionale al Teatro Garibaldi: alle 11Borderless: Imagining a Borderless Future?”, in cui gli artisti di Manifesta 12 saranno invitati a intervenire; alle 16, “Borderless: Liquid Violence”, con Forensic Oceanography, duo artistico che conduce una ricerca critica sui fattori spaziali ed estetici che hanno trasformato il Mar Mediterraneo in un’area di confine militarizzata e alle 18.30Borderless: Black Med, Talk and listening session” a cura di Invernomuto, duo artistico che predilige l’immagine in movimento e il suono come mezzi di ricerca privilegiati.

masbedo

Fra il 15 e il 19 giugno, infine, sarà possibile visitare, l’installazione del duo artistico milanese Masbedo all’Archivio di Stato (via Vittorio Emanuele 31) .

Qui tutto il programma dettagliato.

Per i giorni di anteprima, 15 e 16 giugno, sono previsti degli Open tour gratuiti all’Orto Botanico, Palazzo Butera, Palazzo Costantino, Palazzo Forcella De Seta; per iscriversi è necessario registrarsi di persona alla biglietteria del Teatro Garibaldi nel giorno stesso in cui si desidera partecipare alla visita.

Per ulteriori informazioni sui tour è possibile visitare: www.manifesta12.org/tours 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.