Palermo, museo Gemmellaro: tra i più importanti d'Europa e con lo squalo più grande del pianeta [FOTOGALLERY] :ilSicilia.it
Palermo

Ospita tre installazioni virtuali

Palermo, museo Gemmellaro: tra i più importanti d’Europa e con lo squalo più grande del pianeta [FOTOGALLERY]

di
7 Gennaio 2018

 

Pochissimi in Italia sanno che il museo Geologico Gemmellaro è uno dei più importanti musei geopaleontologici d’Europa ed è, al contempo, il più ricco di reperti paleontologici recuperati da scavi effettuati in Sicilia in oltre 200 anni di studi e ricerche. Il patrimonio del museo è costituito da oltre seicentomila reperti classificati, tra fossili e rocce, rappresentativi delle Quattro Ere Geologiche: 1) Precambriano; 2) Paleozoico (vita antica); 3) Mesozoico (vita intermedia); 4) Cenozoico (vita recente).

La maggior parte dei reperti sono frutto dei lavori di scavi che si sono susseguiti in circa 200 anni di attività degli studiosi dell’Ateneo palermitano. Il Museo Gemmellaro è di proprietà dell’Università degli Studi di Palermo e costituisce una sezione del Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare, e “racconta”, con i suoi preziosi reperti esposti, una storia geologica lunga circa 300 milioni di anni.

Il percorso espositivo, che si snoda su un’area di quasi 1000 m2, consente di ammirare rocce e fossili che, integrati da numerosi diorami e ricostruzioni paleo-ambientali, illustrano la storia geologica della Sicilia, partendo dai più antichi fossili: il Permiano della valle del Sosio, circa 270 milioni di anni fa; le Ammoniti mesozoiche; i Cristalli delle Zolfare siciliane; gli “elefanti” che popolavano la Sicilia circa 200.000 anni fa.

Il museo Geologico Gemmellaro ha una lunga e interessantissima storia, che per certi versi è parte integrante della storia della cultura del nostro Paese, l’Italia.

Il museo Geologico venne fondato nel 1861 da Gaetano Giorgio Gemmellaro, che fu il primo professore di geologia e mineralogia dell’Ateneo Palermitano, così si chiamava allora.

 

Oggi il museo Geologico Gemmellaro dell’Università degli Studi di Palermo è diretto dal Geologo Valerio Agnesi. Nel quadro di una ristrutturazione del museo e dell’ampliamento e dell’ammodernamento dei saloni espositivi, il 6 febbraio 2015 sono state inaugurate tre installazioni virtuali e di cultura ad impatto aumentato.

L’opera è stata realizzata grazie al contributo, in co-finanziamento, della Regione Siciliana, Assessorato dei Beni Culturali con l’utilizzo in parte di Fondi Comunitari, che ha reso il Museo Gemmellaro molto più attrattivo, dinamico, interessante e con visite che risultano immersive ed interattive per il visitatore. Le tre installazioni virtuali sono visibili in un brevissimo promo-video che troverete alla fine di questo articolo: è un video scientifico della durata di 1 minuto e presenta il museo e le tre installazioni virtuali.

Le installazioni virtuali prevedono: una visita immersiva all’interno di un vulcano in eruzione; la ricostruzione della storia dei primi abitanti di Sicilia dei quali il ritrovamento dello scheletro di Thea, vissuta circa 15000 anni fa, che rappresenta la donna più antica dell’Isola; una proiezione all’interno della mandibola ricostruita di Carcharodon megalodon, squalo vissuto tra i 50 e i 2 milioni di anni fa, che le stime scientifiche hanno calcolato 20 volte più grande dell’attuale Squalo Balena che oggi risulta essere lo squalo più grande vivente. La ricostruzione della mandibola dello squalo preistorico del Museo Gemmellaro rappresenta, di fatto, quella più grande al mondo, ricostruita sulla base della dentatura completa ritrovata in Sicilia dai ricercatori del museo.

Per informazioni e prenotazioni per le visite guidate al Gemmellaro di Palermo, basta rivolgersi ai seguenti recapiti:

Valerio Agnesi (direttore del Museo Geologico Gemmellaro): valerio.agnesi@unipa.it

corso Tukory  131 – 90134 Palermo (PA)

+39 091 2386 4665

+39 091 2386 4693

Link sul Museo Geologico Gemmellaro di Palermo:

https://www.facebook.com/museo.gemmellaro

http://www.arcadeisuoni.org/index.php/archivio-audio/copia-2/details/13/645-geovisual-installazioni-virtuali-al-museo-gemmellaro-video?format=html ;

https://it.wikipedia.org/wiki/Museo_di_paleontologia_e_geologia_Gaetano_Giorgio_Gemmellaro

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

“La casa di carta”, da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin