Palermo nella morsa dei cantieri lumaca: stop ai lavori del Collettore fognario | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

licenziati oggi gli ultimi 10 operai della Sikelia

Palermo nella morsa dei cantieri lumaca: stop ai lavori del Collettore fognario | FOTO

di
15 Ottobre 2019
Foto M.G.
L'area di cantiere al Foro Italico
[Foto D.G.]
MAPPA Tracciato collettore Sistema Cala [Foto D.G.]

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Non bastavano i ritardi nei cantieri dell’Anello Ferroviario, il crac della ditta catanese Tecnis (venduta al Gruppo D’Agostino) fa un’altra vittima: la Sikelia, controllata del gruppo Cogip-Tecnis, che a Palermo ha in mano gli appalti del Collettore fognario “Sistema Cala” e dell’ammodernamento del Policlinico, ha “licenziato oggi gli ultimi 10 operai”. Lo rende noto la Fillea Cgil di Palermo.

Il sindacato degli edili ha inviato all’assessore comunale alle Opere Pubbliche Maria Prestigiacomo, al Rup Giuseppe Vicari e alla ditta “La Cala Scarl”, una nota in cui si chiede un incontro urgente “per conoscere le motivazioni che hanno determinato la sospensione della attività lavorativa in cantiere”.

La Sikelia avrebbe presentato richiesta di concordato preventivo davanti al tribunale fallimentare di Catania. E – stando ai rumors – si sarebbe fatta avanti un’acquirente: la Amec di Catania, ditta gestita dagli stessi proprietari della Tecnis, ovvero Mimmo Costanzo e Concetto Bosco, coinvolti nelle inchieste “Dama nera 1 e 2”.

Piero Ceraulo - Fillea Cgil
Piero Ceraulo – Fillea Cgil

“Chiediamo un tavolo di confronto per capire quale sia la posizione del Comune e della società – dice il segretario generale Fillea Cgil Palermo Piero Ceraulo Non vorremmo che oltre al danno ci sia anche la beffa della rescissione contrattuale dell’opera. Il tempo di ripartire con un nuovo appalto e aggiudicare a una nuova società i lavori di esecuzione – passerebbero tra i due e i tre anni – sarebbe devastante. Bisogna trovare un percorso per rimettere in vita il cantiere e riassumere i lavoratori”. 

Nella nota, in considerazione del mancato pagamento delle retribuzioni dei lavoratori impegnati nei lavori, la Fillea chiede la sospensione dei mandati relativi agli stati di avanzamento lavori già maturati al fine di poter procedere al pagamento delle maestranze attraverso l’intervento sostitutivo. “Abbiamo appreso – aggiunge Ceraulo – dai lavoratori che fino a oggi vantano due mensilità arretrate e quindi chiediamo di velocizzare l’iter dei pagamenti”.

sikelia
L’area di cantiere al Foro Italico

Il Comune di Palermo, che per l’Anello Ferroviario si è sempre difeso giocando la carta di essere “soggetto beneficiario dell’opera” in mano a Rfi, qui non avrebbe alibi. Nell’appalto integrato del Collettore fognario “Sistema Cala” – che ha un valore di 26 milioni di euro, denominato di «Disinquinamento della fascia costiera dall’Acquasanta al fiume Oreto» – infatti il Comune è “stazione appaltante”.

I cantieri nella centralissima via Roma, all’incrocio con via Guardione, rischiano ora di rimanere incompiuti. Una città sventrata in pieno centro, con residenti e attività commerciali che hanno subito per anni notevoli disagi, senza vedere alcun beneficio.

Per non parlare dell’ammodernamento del Policlinico, i cui lavori da 40 milioni di euro, si trascinano da anni. Il libro delle incompiute palermitane continua a crescere.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.