Palermo, Orlando mette al bando la plastica: "Multe fino a 500 euro" :ilSicilia.it
Palermo

durante gli eventi pubblici

Palermo, Orlando mette al bando la plastica: “Multe fino a 500 euro”

di
3 Febbraio 2019

Il Comune di Palermo mette al bando la plastica. Multe, da 50 a 500 euro, ai locali che servono ai loro clienti bottiglie, bicchieri o stoviglie di plastica. Lo prevede un’ordinanza del sindaco, Leoluca Orlando, che entrerà in vigore il 15 febbraio.

L’ordinanza riguarda le feste pubbliche, manifestazioni, concerti, sagre, mercatini ed eventi pubblici su suolo pubblico. Per i trasgressori sono previste multe salate, da 50 a 500 euro, appunto. I controlli saranno affidati alla polizia municipale.

Ecco cosa recita l’ORDINANZA N. 12 DEL 01/02/2019 (QUI IL PDF)

«Riduzione dei rifiuti, incremento della raccolta differenziata, mitigazione dell’impatto ambientale – Divieto dell’uso e della commercializzazione su suolo pubblico degli shoppers (sacchi asporto merci) in polietilene, dei contenitori e delle stoviglie monouso non biodegradabili.

Sanzioni da 50 a 500 euro, da applicare ad esercenti/operatori commerciali, anche di tipo ambulante, o privati, associazioni, enti etc, in occasione di feste pubbliche, manifestazioni, concerti, sagre, mercatini ed eventi similari svolgentisi su suolo pubblico, sia occasionali che periodici, che commercializzino o distribuiscano agli espositori partecipanti ed agli utenti sacchetti nonché stoviglie (piatti, bicchieri, posate, cannucce, bastoncini mescolatori etc.) che non siano realizzati in materiale biodegradabile e compostabile».

Paolo Caracausi
Paolo Caracausi

Per il presidente della Terza commissione del consiglio comunale di Palermo, Paolo Caracausi (Idv), “l’ordinanza del sindaco Orlando che rende anche Palermo una città ‘Plastic-free’, limitando l’uso della plastica, va nella giusta direzione: alcuni mesi fa in consiglio comunale è stato approvato un ordine del giorno, presentato da Idv, che impegnava il sindaco proprio in questo senso. Siamo soddisfatti del risultato.

Proprio in commissione – aggiunge Caracausi – stiamo discutendo del nuovo regolamento sui rifiuti ascoltando le associazioni ambientaliste e la riduzione della plastica, che inquina i fondali marini e i corsi d’acqua, è stata al centro del dibattito. È intendimento della Commissione prevedere anche nel regolamento una limitazione all’uso della plastica, incentivando l’impiego di materiali biodegradabili”. 

Street Food Festival in via Roma
Street Food Festival in via Roma

Se l’iniziativa è certamente lodevole sul piano del rispetto dell’ambiente, appare comunque piuttosto inverosimile che venga rispettata. A cominciare dai grandi eventi pubblici quali sagre, street food festival o il Festino.

Per non parlare delle numerose bancarelle abusive sparse da via Maqueda alla Vucciria, anche durante le serate della movida palermitana.

Se non si riesce neanche a far rispettare il conferimento normale dei rifiuti e la differenziata, senza gli adeguati controlli, sarà l’ennesimo buco nell’acqua.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.