23 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.38
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
Palermo

Fino a sabato

Palermo, “Orto in Arte” entra nel vivo: danze dal Libano e dall’India, ritmi etnici e workshop

28 maggio 2018

Entra nel vivo il festival internazionale “Orto In Arte”, ospitato nell’eccezionale cornice dell’Orto Botanico di Palermo.

I prossimi appuntamenti appuntamenti di lunedì 28 e martedì 29 vedranno, tra l’altro, le performance di danza dal Libano con Bassam Abou Diab e danza indiana del Kathakali con Astad Deboo e YukioTsuji e, martedì, ritmi da vari Paesi del mondo con la compagnia portoghese Las Salamantras.

Ecco il dettaglio delle giornate.

Il programma di lunedì 28 maggio parte già dal mattino, dalle 10 alle 13 laboratori di arti integrate e workshop artistici per tutti: Body Percussion e percussion Ensemble con Eliana Danzì, e il Gruppo Sudorff del IC Vittorio Emanuele III di Palermo, Paco Mbassi e Cristian Spallino; alle 10,30 “Terra la grande madre”, pittura ad acquerello con Maria Samonà (Arteterapeuta); “Laboratorio Teatro Cenit: una via verso la resilienza”, a cura di Nube Sandoval, Bernardo Reye, Lara Pedilarco (3° incontro); “Danzasofia”: danza Turca Rom e Pizzica Salentina con Lucia Zahara.

Alle 12,30 “L’Urlo di Madre Terra”, spettacolo performance di teatro e pittura di Marco Russo  con Donatella La Macchia e Daniela Musumeci.

Dalle 15 alle 16,30 Flamenco Scalzo con Victoria Ivanova.

Alle 17 la conferenza sul tema “Tradizioni musicali e pratiche di guarigione”, con Sergio Bonanzinga.

Alle 18.30 lo spettacolo “Storie di tarantismo in Sicilia: dai testi alla scena”: una narrazione coreutica-musicale ideata e coordinata da Sergio Bonanzinga; con la partecipazione di Francesca Chimento (voce recitante), Gioacchino Comparetto (flauti), Barbara Crescimanno (tamburello e danza), Giuseppe Giordano (canto e chitarra), Silvio Natoli (chitarra a cinque cori e viola da gamba), Giuseppe Paradiso (danza), Michele Piccione (chitarra battente, marranzano e zampogna), Matilde Politi (canto e chitarra) e Raffaele Pullara (violino e mandolino).

Alle 19,30 jam free session. Live Set con Cristian Spallino.

Alle 21 lo spettacolo “Under The Flash”, Teatro danza dal Libano con Bassam Abou Diab. Si tratta di uno spettacolo di danza contemporanea, una riflessione personale che solleva la questione di come il corpo reagisce in situazioni di guerra e pericolo e come questa condizione di sopravvivenza possa essere trasformata in una sorta di danza con la sua tecnica specifica.

Bassam Abou Diab è un artista di danza contemporanea e folcloristica.

Biglietto 7 euro per tutti gli spettacoli serali.

Alle 22 la performance meditativa “Tamburo armonico e campane di cristallo”, con Fiorella Capuano.

Alle 22,30 Danza Kathak e Kathakali dall’India, con Astad Deboo e YukioTsuji. l nome di Astad Deboo è sinonimo di danza indiana contemporanea. Ha aperto la strada a uno stile innovativo che la maggior parte degli indiani considerava “troppo occidentale”, mentre gli occidentali giudicavano “non abbastanza indiano”. Negli anni ’90, il pubblico in India ha visto quanto lungimirante e progressivo Deboo fosse stato e hanno rapidamente abbracciato e coltivato l’amore per il nuovo linguaggio di danza indiana di Astad.

Il compositore e performer YukioTsuji (shakuhachi, percussioni) ha collaborato a più di 200 produzioni nel corso degli anni.

Ingresso giornaliero fino alle 19.30 (comprensivo di tutti gli eventi durante il giorno tranne i workshop segnati a pagamento) intero 10 € / ridotto 7 €. Ingresso per tutti gli spettacoli serali 7 euro.

Martedì 29 maggio, sempre dalle 10 alle 13, laboratori di arti integrate e workshop artistici per tutti: Body Percussion e percussion Ensemble con Eliana Danzì, e il Gruppo Sudorff del IC Vittorio Emanuele III di Palermo, Paco Mbassi e Cristian Spallino; alle 10,30 “Universo, Terra e Uomo” Pittura ad acquerello con Maria Samonà (Arteterapeuta);  Laboratorio Teatro Cenit: una via verso la resilienza a cura di Nube Sandoval, Bernardo Rey e Lara Pedilarco (4° incontro).

Alle 12.30 “L’Urlo di Madre Terra”, spettacolo performance di teatro e pittura di Marco Russo di Chiara con Donatella La Macchia e Daniela Musumeci.

Dalle 15.30 alle 17.30 gruppo di studio “Educare alla libertà e all’interculturalità attraverso l’incontro tra Arte, Natura e Bellezza”. Conduce Carmelo Samonà con la partecipazione di Antonio Presti e Giovanna Regalbuto.

Pasquale Scimeca

Alle 17,30 la conferenza “L’Arte di coltivare se stessi, l’Uomo e la Natura”, con Rosario Schicchi. Si parlerà di “Radici e modernità” nell’opera poetica di Giuseppe Battaglia. Con Vincenzo Ognibene, Paolo Ferruccio Cuniberti (scrittore), Pasquale Scimeca (regista, cugino del poeta), Nuccio Vara (direttore della rivista Poliedro), declamazioni di Patrizia D’Antona.

Alle 19 jam free session.

Alle 20,30, per la serie “Musiche e danze fra Oriente e Occidente”, il concerto “Tra le note di un viaggio da Teheran a Palermo”: musiche tradizionali persiane e del Sud Italia, Gruppo Sangumit; danza classica persiana con Lucia Zahara.

Alle 21,30 lo spettacolo “Un Viaggio Straordinario”, Compagnia Internazionale Las Salamantras. Il gruppo è frutto del progetto Danza Duende: un’intensa indagine creata da Yumma Mudra, non solo su Gipsy Dances and Music di tutto il mondo, ma anche sul nucleo stesso dell’essere umano, attraverso il cuore delle arti come via per l’educazione. Ogni ballerina di Salamantras è un’artista affermata a pieno titolo e tutti insieme sono lieti di condividere il loro spirito selvaggio con il pubblico, liberando le nostre anime. Con Monica Roncon, Alessandra Centonze, Carolina Moira Fonseca, Victoria Ivanova, Cristina Manrique Sales, Anastasia Francaviglia.  Biglietto 7 euro per tutti gli spettacoli serali.

Ingresso giornaliero fino alle 19.30 (comprensivo di tutti gli eventi durante il giorno tranne i workshop segnati a pagamento) intero 10 € / ridotto 7 €. Ingresso per tutti gli spettacoli serali 7 euro.

Orto in Arte è organizzato da “Rinascita 18 Società Benefit“, ideato e diretto da Margarida Tavares con la collaborazione di Carmelo Samonà e contributi per l’ideazione e consulenza artistica di Lara Pedilarco. In collaborazione con Il SiMuA, Sistema Museale d’Ateneo dell’Università degli Studi di Palermo nell’ambito di “Palermo capitale italiana della cultura 2018”.

Tag: