Palermo, ospedale Cervello: "Ora ti faccio vedere io" poi il massacro e la fuga :ilSicilia.it
Palermo

Davanti all'ufficio ticket

Palermo, ospedale Cervello: “Ora ti faccio vedere io” poi il massacro e la fuga

di
22 Luglio 2018

Ennesimo episodio di violenza in corsia a Palermo. La vittima questa volta è un addetto all’ufficio ticket di 46 anni, aggredito e pestato da un uomo che indossava un casco che poi si è dato alla fuga.

Un alterco verbale che si è concluso con spintoni, calci e pugni. Tutto davanti a dei testimoni. È successo giorni fa durante una delle tante giornate in cui gestire la folla dei pazienti in attesa è più difficile del solito.

R.T., queste le iniziali dell’impiegato preso di mira, stava svolgendo il suo turno di lavoro quando, probabilmente, non ha potuto dare corso alle richieste dell’aggressore che prima lo ha minacciato a brutto muso: “Ora ti faccio vedere io se non si può fare“. Poi dalle parole è passato ai fatti scatenando la propria ira contro R.T. che è stato raggiunto da una sequenza di pugni al volto, alla testa e al tronco.

Il pestaggio è stato interrotto da alcune persone che hanno assistito alla scena. L’aggressore si è dato poi alla fuga in sella alla propria moto. L’episodio si è verificato proprio davanti all’ufficio ticket, di fronte all’ingresso dell’edificio “A”.

Il dipendente, che ha sporto denuncia contro ignoti, si è fatto refertare al pronto soccorso del Cervello. Per lui diverse contusioni al collo, alla testa e alla spalla.

La spirale di violenza negli ospedali non accenna, quindi, a diminuire. Questo, infatti, è soltanto uno degli ultimi casi che si sono registrati negli ultimi mesi. Proprio all’ospedale Cervello si sono verificati diversi episodi.

L’emergenza sicurezza, però, non è circoscritta soltanto alla realtà del capoluogo, anche nel resto della Sicilia ci sono stati pestaggi e risse ai danni del personale che lavora negli ospedali.

Ieri, al Vittorio Emanuele di Catania, un medico è stato preso a sprangate. Poi ancora nel Trapanese e a Taormina.

Nei mesi scorsi, l’Ugl ha perfino chiesto al governo centrale, l’impiego dell’esercito per arginare quella che sembra un’onda lunga di violenza inarrestabile.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.