Palermo, Parco Cassarà: consegnati i lavori, 12 carotaggi per sperare nella riapertura :ilSicilia.it
Palermo

chiuso dal 2014

Palermo, Parco Cassarà: consegnati i lavori, 12 carotaggi per sperare nella riapertura

di
10 Dicembre 2020

Sono stati consegnati stamani alla ditta aggiudicataria i lavori per l’esecuzione delle indagini ambientali preliminari nella “sub area verde” all’interno del Parco Urbano “Ninni Cassarà”.  

I carotaggi previsti sono dodici, con prelievo sia di campioni di terreno sia di acque di falda. All’esito positivo delle analisi del sottosuolo è subordinata la riapertura alla pubblica fruizione dell’area verde del Parco.

“Il Parco Cassarà – dichiara il sindaco, Leoluca Orlando – potrà finalmente tornare ad essere fruibile in sicurezza da parte dei cittadini, offrendo dalla prossima primavera un’ampia area per lo svago, la socialità, la vita all’aria aperta. Speriamo che una volta riaperto si possa anche riprendere il cammino già avviato prima della chiusura per la sua valorizzazione e per renderlo ancora più attraente per palermitani e turisti”.

Parco Cassarà - Consegnati stamani i lavori per l'esecuzione delle indagini ambientali propedeutiche alla riapertura
Foto di Stefano Patania

“Siamo fiduciosi – commentano gli assessori Giusto Catania e Sergio Marino – nel risultato positivo di questi accertamenti, dopo il lavoro compiuto per la pulizia e la bonifica dell’area. Confidiamo inoltre nella rapida esecuzione di prelievi ed esami da parte dell’impresa, sì da poter velocemente procedere alla riapertura”.

 Il parco era stato chiuso nel 2014 dopo il ritrovamento di materiali e sostanze inquinanti in superficie e nel sottosuolo. Attualmente è diviso in tre zone, in base alla gravità dell’inquinamento: una verde, estesa circa 15 ettari e accessibile da corso Pisani, e poi una rossa inibita al pubblico e una gialla, intermedia fra le due. Nella zona verde si è proceduto in diverse fasi alla rimozione manuale e meccanica dei materiali inquinanti. 

L’importo complessivo delle indagini ammonta a quasi 95mila euro (per la precisione € 94.739, Determinazione dirigenziale n.10847 dell’11/11/2020 – Area della Pianificazione Urbanistica).

IL COMMENTO DI AMELLA E DENTICI (M5S)

“Adesso non resta che aspettare l’esito di queste indagini che speriamo possa portare al più presto alla riapertura parziale del parco e alla libera fruizione da parte dei cittadini. In un momento come questo, offrire spazi verdi e sicuri, dovrebbe essere una priorità. I palermitani sono stanchi di aspettare”, dicono il consigliere comunale Concetta Amella e Mirko Dentici del M5S

 

LEGGI ANCHE:

Palermo: ok ai carotaggi al Parco Cassarà, aggiudicata la gara

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.