Palermo più Verde: Il parco di Villa Turrisi e la rinascita ecologica della città | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

L'iniziativa

Palermo più Verde: Il parco di Villa Turrisi e la rinascita ecologica della città | FOTO

di
27 Febbraio 2021

GUARDA LE FOTO IN ALTO

È in corso il presidio indetto dall’Osservatorio per il diritto alla città Palermo in ​piazza S. Tommaso D’Aquino (di fronte Parco Villa Turrisi). Un momento di incontro e dibattito con i cittadini e tutte quelle  realtà per le quali il verde urbano rappresenta un elemento essenziale e necessario per il benessere della città, un’occasione per chiedere​ che il Parco Villa Turrisi venga finalmente istituito e salvaguardato.

Fra gli interventi, quello di Giuseppe Barbera, professore  di Colture Arboree UNIPA e Giancarlo Gallitano, architetto paesaggista, DARCH UNIPA.

Il benessere dei cittadini deve essere l’obiettivo primario di chi amministra il nostro territorio e la cura dell’ambiente è uno degli elementi che più determinano la nostra qualità della vita. La tutela delle aree verdi ha una valenza fondamentale: un parco, un giardino, persino un’aiuola sono elementi che rendono vivo il sistema urbano e lo mettono in sana relazione con i suoi abitanti.Gli spazi verdi sono inoltre il polmone della città” affermano gli organizzatori.

La mattinata ha visto un’azione di guerilla gardening sempre nell’area di piazza Tommaso D’Aquino per dare forza all’idea della trasformazione in chiave ecologica delle aree urbani e del protagonismo dei cittadini.

Palermo e l’intero pianeta hanno bisogno di ripensarsi in un’esistenza armoniosa con la natura. Per questi motivi chiediamo a gran voce che il Parco Villa Turrisi venga finalmente istituito e protetto e vogliamo che questo sia solo uno dei tanti tasselli che possano invertire la rotta che, dal sacco di Palermo alla sentenza del TAR del 15 dicembre 2020, vede inesorabilmente calare cemento sulle nostre teste. Noi qui presenti oggi siamo espressione della volontà dei cittadini di partecipare attivamente alla politica e alla progettazione del verde urbano per una rigenerazione ecologica reale”.

“Ormai Il nostro sguardo non può più fermarsi a un orizzonte ristretto: la crisi ecologica mondiale e la pandemia di quest’ultimo anno ci dicono che il tempo delle speculazioni edilizie e del consumo di suolo deve finire. Palermo non ha bisogno di nuove costruzioni, lo dimostrano le migliaia di abitazioni sfitte. Palermo non ha bisogno di nuove “cittadelle” o di mega palazzi per uffici e centri congressi, come non ne hanno bisogno il mondo e gli esseri viventi che lo popolano” concludono.

Gli organizzatori tengono a sottolineare che l’iniziativa si è svolta nel pieno rispetto delle normative atte al contrasto della diffusione del Covid 19.​

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin