Palermo retrocesso in Serie C, Gelarda e Ficarra (Lega): "Sopruso giustizialista, i colori rosanero meritano rispetto" :ilSicilia.it

Le dichiarazioni dei due consiglieri comunali

Palermo retrocesso in Serie C, Gelarda e Ficarra (Lega): “Sopruso giustizialista, i colori rosanero meritano rispetto”

di
16 Maggio 2019

La sentenza del tribunale federale nazionale della Figc che condanna il Palermo alla Serie C è un sopruso giustizialista, un provvedimento iniquo, di un’asprezza spropositata, mai adottato in precedente per casi analoghi. La città di Palermo pretende rispetto, lo stesso che hanno dimostrato i tifosi che hanno manifestato ieri sera, mercoledì, davanti al Teatro Massimo con passione, civiltà e senso di appartenenza ai colori rosanero. Sentimenti sani che meritano considerazione e giustizia”.

Lo dichiarano Igor Gelarda, capogruppo della Lega in Consiglio comunale a Palermo e responsabile regionale enti locali, ed Elio Ficarra, consigliere leghista a Sala delle lapidi e responsabile provinciale enti locali.

Si tratta di una sentenza la cui temporalità è quantomeno sospetta – dicono gli esponenti del Carroccio – così come inconcepibile è stata l’immediata esecutività del provvedimento, senza attendere il secondo grado di giudizio, e violando il diritto alla difesa della società calcistica di Viale del Fante. Come ha detto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, siamo di fronte ad una tempistica imbarazzante, ad un ordinamento giuridico del sistema calcio da rifondare“.

È paradossale che il tribunale federale Figc – continuano i rappresentanti palermitani della Lega – abbia emesso la sentenza sulla base di presunti illeciti amministrativi relativi ad esercizi di bilancio puntualmente controllati e vidimati dalla Covisoc, organo vigilante della stessa federazione. Una contraddizione in termini, in quanto i bilanci in oggetto sono stati reputati in regola e le relative documentazioni idonee all’ottenimento dell’iscrizione al campionato proprio dagli ispettori e dai profili incaricati dalla Federcalcio“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Credete che stiano dormendo?”

Non voglio ritornare a quel mondo malato, Io mi auguro di venirne fuori, quantomeno fisicamente, ma dovremmo fare un patto, un vero patto collettivo affinché si prenda insegnamento di tutto quanto ciò e si possa per una volta dire: “mai più!”. La riflessione di Epruno.
Balzebù
di Balzebù

M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo

E’ cominciata molto prima del previsto la parabola discendente del Movimento 5 stelle. Probabilmente, non arriverà neanche alle prossime elezioni. Il disfacimento della creatura di Beppe Grillo è sotto gli occhi tutti. Ma nessuna sorpresa: un partito fondato soltanto sulla protesta non poteva avere un futuro

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin