Palermo, "rotto l'incantesimo": dopo 6 anni si sblocca un appalto fognario | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

via ai lavori in via Ripellino e via Messina Montagne

Palermo, “rotto l’incantesimo”: dopo 6 anni si sblocca un appalto fognario | VIDEO

di
4 Settembre 2018
GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Inaugurati oggi i lavori alla rete fognaria in via Ripellino al confine con Villabate. Appuntamento in periferia, via Messina Montagne, incrocio con via Carmine alla Figurella. Presenti il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore ai Lavori Pubblici Emilio Arcuri, il consigliere comunale Sandro Terrani, il consigliere della II Circoscrizione Giuseppe Guaresi.

Con questi lavori si sblocca finalmente uno degli appalti della delibera Cipe n.60 del 2012, in mano al commissario nazionale Enrico Rolle. Non a caso Arcuri ha commentato così: «Si è rotto un incantesimo: si sblocca uno degli appalti commissariati. Entro l’anno inizieranno altri due nuovi cantieri relativi allo smaltimento delle acque meteoriche e dei reflui fognari». 

Il costo dell’opera è di circa 1,2 milioni di euro. Durata prevista: 12 mesi. Da via Ripellino e Carmine alla Figurella, dalla via Pomara alla via Messina Montagne. “Eviterà il perdurare degli allagamenti in questa estrema periferia a confine con il comune di Villabate”.

 

SCHEDA TECNICA LAVORI:
Inaugurazione lavori via ripellino“Sono previsti due collettori separati per le acque bianche e le acque nere, che dipartendosi dalla via Pomara, si sviluppano per circa 400,00 m. sulla via Ripellino, per circa 100,00 m. su piazzale privato, per proseguire per circa 240,00 ml sulla via Carmine alla Figurella ed ha recapito finale nella fognatura esistente di via Messina Montagne realizzata nel 2007 e collaudata nel 2011.

La popolazione servita dall’intervento che si andrà a realizzare è di circa 320/350 abitanti.

L’attività di progettazione, prima preliminare e poi esecutiva, è stata svolta da funzionari comunali dal 2012 al 2014; nel 2014 a conclusione della progettazione esecutiva, c’è stata la validazione del Rup e la successiva approvazione del Progetto esecutivo da parte della G.M. (deliberazione della G.M. n. 215 del 11/12/2014) anche ai fini dell’assunzione del mutuo con la Cassa DD.PP. 2015 – riconoscimento finanziamento dalla Cassa DD.PP. per € 399.906,28, la rimanente parte (€ 860.382,08) è finanziato con Delibera CIPE 60/2012;

L’intervento in questione è inserito nell’A.P.Q. “Depurazione Acque Reflue”. E’ passato nella competenza prima del Commissario Straordinario Regionale (D.P.C.M. 07/12/2015) e poi del Commissario Unico Nazionale (D.P.C.M. 26/04/2017) che ne ha curato le fasi successive dall’indizione della gara fino all’aggiudicazione all’impresa Edil Aurora Strade S.r.l. di Favara con ribasso d’asta del 22,643%. Il contratto è stato sottoscritto il 12/06/2018, la consegna dei lavori è avvenuta il 10/07/2018. L’importo contrattuale è pari a € 771.874,74 comprensivo degli oneri per la sicurezza. il tempo utile per dare compiuti i lavori è stabilito in giorni 365 naturali e consecutivi, cosicché l’ultimazione dei lavori stessi dovrà avvenire entro il 10 luglio 2019“. 

 

LEGGI ANCHE:

Depurazione lumaca, si sblocca il primo appalto a Palermo: 1 su 13 al via

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Balzebù
di Balzebù

Cancelleri, ma la lista civica non garantisce l’elezione

Il Movimento 5 stelle è ormai un’accozzaglia di correnti. Da un lato Luigi Di Maio, da un altro lato Alessandro Di Battista, da un altro ancora Roberto Fico ed ancora-ancora Paola Taverna. Poi ci sono le sottocorrenti che a loro volta si suddividono in gruppi e sottogruppi. In questo frastagliato mosaico è molto difficile capire dove collocare i pentastellati siciliani, sia quelli eletti al parlamento nazionale che quelli eletti all’Ars.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin