Palermo, scattano i licenziamenti per 216 dipendenti del passante ferroviario :ilSicilia.it
Palermo

proclamato lo stato di agitazione

Palermo, scattano i licenziamenti per 216 dipendenti del passante ferroviario

19 Ottobre 2018

Oggi, venerdì 19 ottobre, dalle 7 alle 9, assemblea di protesta al cantiere della Sis di via Belgio a Palermo indetta da Fillea, Filca e Feneal. Si va verso la proclamazione dello stato di agitazione a seguito della comunicazione di avvio delle procedure di licenziamento da fine ottobre, per tutti i 216 dipendenti, in modo graduale, fino al 31 gennaio 2019.

“Il 31 gennaio è infatti il termine ultimo in cui scadono gli accordi intercorsi tra Rfi e Sis. Con la fine dei lavori, le opere incomplete saranno diverse: la realizzazione delle stazioni Belgio, Imera, Lazio, Capaci, gli impianti tecnologici, il binario nella galleria di via Notarbartolo e 60 metri di galleria in vicolo Bernava. Rimangono altri due anni di lavori per completare il passante ferroviario – dichiarano Fillea, Filca e Feneal – Rfi e Sis entro il 31 gennaio ultimeranno quanto è già stato concordato”.

Sequestro, vicolo Bernava
Sequestro, vicolo Bernava

Dopo 10 anni, il cantiere che collega la stazione centrale con l’aeroporto rimarrà per lunghi tratti a unico binario, con i treni che si fermeranno quando si incrociano e un tempo di percorrenza dalla stazione all’aeroporto di 57 minuti. Il doppio binario infatti è incompleto nella tratta che va dalla stazione Orleans a Notarbartolo”.

I sindacati chiedono di incontrare l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone e Rfi a un tavolo in Prefettura.

“In merito alle proteste annunciate da parte dei sindacati per i lavori del passante”, RFI precisa in una nota che “il contraente generale sta adeguando la consistenza della forza lavoro con l’avanzamento dell’opera. Ad oggi, le opere civili che restano da completare, dopo la riattivazione del collegamento con l’aeroporto e il completamento dello scavo della galleria tra Notarbartolo e De Gasperi, corrispondono a circa il 5% del totale dei lavori. Le opere rimanenti saranno in parte completate da SIS e in parte riappaltate, conclude RFI.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.