Palermo, scuola: in ricordo di Rosario di Salvo e Pio La Torre :ilSicilia.it
Palermo

37 anni fa l'eccidio

Palermo, scuola: in ricordo di Rosario di Salvo e Pio La Torre

29 Aprile 2019

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Anche quest’anno, i ragazzi della scuola “Edmondo De Amicis”, alle 10,30 del 30 aprile, saranno al giardino Rosario Di Salvo (in via Nazario Sauro a Palermo) per rendere omaggio a Pio La Torre e a Rosario Di Salvo, barbaramente uccisi in un attentato terroristico mafioso 37 anni fa.

Lo scorso anno su iniziativa di Sergio Infuso e Pino Apprendi e con l’impegno dell’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Orlando, è stata posata una scultura in metallo realizzata dal Maestro Giuntini che rappresenta i due politici del Pci.

Il vicesindaco Fabio Giambrone, quest’anno, ha dato disposizione all’AMG di illuminare l’installazione. Coinvolgere i ragazzi delle scuole all’iniziativa è il miglior modo per  ricordare chi ha dato la vita per combattere la mafia. Lo dice Pino Apprendi presidente di Antigone Sicilia.

 

IL VIDEO DELL’ANNO SCORSO:

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona