Palermo. Scuola statale primaria e secondaria di primo grado: gli alunni aspettano ancora la borsa di studio del 2012 :ilSicilia.it
Palermo

La risposta del comune

Palermo. Scuola statale primaria e secondaria di primo grado: gli alunni aspettano ancora la borsa di studio del 2011

di
31 Maggio 2018

PALERMO – Ancora nessuna borsa di studio, dell’anno scolastico 2011/2012, per gli alunni della scuola statale primaria e secondaria di primo grado. È arrivato solo un “formale riscontro” a seguito dell’interrogazione del consigliere comunale Massimo Giaconia che afferma “Gli uffici degli assessorati competenti del Comune di Palermo, avevano provveduto dopo aver ricevuto il trasferimento economico da parte della Regione Siciliana, a predisporre ognuno per le proprie competenze, quanto necessario affinché la Tesoreria ( BNL) procedesse al pagamento delle borse di studio ai 22.034 avente diritto. Peccato che, la Tesoreria ha puntualmente disatteso le disposizioni del Comune, non procedendo mai al pagamento”.

“Ma sono stato informato – continua – che il Comune ha denunciato la BNL per interruzione di pubblico servizio, poiché la banca più  volte sollecitata dal Ragioneria Generale e dall’assessore al Bilancio, non ha ancora provveduto al pagamento delle spettanze”.

“Condivido pienamente la scelta del Comune di sporgere denuncia, poiché rappresenta un atto che tutela il diritto sacrosanto di oltre 22 mila famiglie che nessuno può  inibire tanto meno la BNL che nella qualità di tesoreria del Comune di Palermo non avrebbe dovuto fare altro che procedere al pagamento”.

“Continuerò a seguire la questione – conclude Giaconia – affinché alle famiglie, tutte con valore Isee sotto la soglia delle 10.600, non sarà liquidato quanto hanno anticipato come spese di materiale scolastico per garantire gli studi ai propri figli”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin