Palermo. Sequestrato posteggio piazza Croci (ex villa Deliella) :ilSicilia.it
Palermo

La struttura sorgeva sulle macerie della villa liberty

Palermo. Sequestrato il posteggio di piazza Croci (ex villa Deliella)

di
12 Marzo 2018

E’ stato sequestrato, questa mattina, il parcheggio e autolavaggio ”Panno” che si trova tra via delle Croci e via Giorgio Castriota. La struttura, di circa 1700 metri quadrati, sorgeva  sulle macerie della villa liberty Deliella, distrutta in una notte nel 1959, diventando uno dei simboli del sacco di Palermo.

Il titolare avrebbe esibito, agli agenti della polizia Municipale, certificazioni scadute, fondamentali per svolgere l’attività. All’interno ci sono una quarantina di veicoli privati che verranno restituiti ai legittimi proprietari.

Inoltre, molte di queste auto sarebbero state in custodia del posteggio dopo essere state prelevate dai carri attrezzi per divieto di sosta.

I tecnici della soprintendenza ai beni culturali hanno accertato che nell’area sono ancora rinvenibili i tratti originali di cancellata in ferro battuto decorato, tratti di muratura perimetrale facilmente identificabili per elementi ancora presenti come la rifinitura sommitale ed elementi lapidei basamentali posti sul lato esterno, due piloni angolari comprensivi della rifinitura sommitale, tre ficus e due palme compatibili con l’epoca di impianto del giardino.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin