Palermo: si spezza il ficus monumentale di Piazza Marina | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

il più grande d’Europa

Palermo: si spezza il ficus monumentale di Piazza Marina | FOTO

di
12 Agosto 2020

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Il celebre ficus macrophylla di piazza Marina a Palermo, che detiene il record sulle dimensioni, risultando addirittura il più grande d’Europa, si è spezzato.

Lo rende noto il Comune, che ha diffuso le foto in alto. «Nelle scorse ore si è verificato il cedimento di una branca laterale del ficus monumentale, a seguito del quale non si sono registrati danni a persone o cose», riporta l’Amministrazione comunale.

“È un fenomeno noto agli specialisti dei ficus monumentali in tutto il mondo – ha dichiarato l’assessore Sergio Marino –. Si definisce ‘summer branch drop’, cioè schianto estivo di una branca. È probabilmente legato a squilibri idrici causati dalle variazioni repentine di temperatura e umidità, anche se nessuno studio ne ha bene individuato le cause ed eventuali sintomi preventivi. A Palermo era già successo qualche anno fa in un ficus posto davanti alla Fiera, all’ingresso della Favorita. Proprio temendo questo, gli interventi sull’albero di Piazza Marina realizzati lo scorso anno miravano a favorire la stabilità delle branche laterali dell’albero, aiutando le radici aeree ad ancorarsi al suolo (sono stati creati ad hoc alcuni nuovi cercini nel suolo) e sostenere le branche”.

Il ficus che si trova di fronte Palazzo Steri, supera i 25 metri d’altezza, mentre il diametro della chioma è sui 50 metri e copre una superficie di quasi 3000 metri quadri.

 

 

LEGGI ANCHE:

Alberi monumentali d’Italia, Palermo al 1° posto. Ecco l’elenco del Mipaaf [DOWNLOAD]

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“È arrivato Zampanò!”

Non posso non constatare che da qualche anno si è dichiarato guerra alla strada. Io sono cresciuto per strada, ho giocato sui marciapiedi, e a pallone per strada perché di certo non sapevo che cosa fosse un campo in erba...
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.