Palermo. Smaltimento rifiuti, Rap: "Inchiesta di Report muove accuse prive di fondamento" :ilSicilia.it
Palermo

Il servizio andrà in onda questa sera

Palermo. Smaltimento rifiuti, Rap: “Inchiesta di Report muove accuse prive di fondamento”

di
26 Marzo 2018

La Rap, la società che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti a Palermo, in una nota, riferendosi al servizio di Report che riguarda i rifiuti in Sicilia, che andrà in onda questa sera, attraverso una nota ha precisato di “non avere nulla in contrario al fatto che la trasmissione abbia il suo svolgimento, anche se, visti i contenuti anticipati, potrebbe essere lesiva dell’immagine di una azienda che è sempre molto attenta al rispetto delle vigenti norme e procedure di smaltimento in discarica“.

Non abbiamo nulla da nascondere, tant’è che il primo di gennaio è stata la stessa Azienda ad aprire i cancelli di Bellolampo alla giornalista che ha fatto richiesta e ha visitato per ben due giorni l’impianto senza che fosse comunicata ai responsabili che l’hanno assistita in tutto il suo lavoro alcuna anomalia.

Con sorpresa, successivamente, la stessa ha mostrato un video al Sindaco, senza indicazioni precise sulla data e orario della ripresa e da chi era stato effettivamente realizzato, in quanto lo stesso risulta di qualità bassissima, certamente non realizzato con mezzi di ripresa televisivi. Peraltro, il video mai riprende per esteso tutta l’area dello spiazzo della discarica“.

Rap aggiunge nella nota “sin d’ora” che “il conferimento diretto in discarica, senza cioè che i rifiuti siano pre-trattati nell’impianto TMB, è contemplato dalla vigente procedura AIA. Si tratta dei conferimenti di rifiuti avente come codice CER 200303 (rifiuti da pulizia strade), o di sovvalli CER 191212. Va peraltro notato che proprio in quell’area era operativo fino ai primi giorni di gennaio un impianto mobile di tritovagliatura per la successiva lavorazione, impianto che ‘stranamente’ non viene inquadrato nel video.

La qualità, la durata e la posizione del video non hanno consentito di capire esattamente il problema rilevato, nè ulteriori chiarimenti sono stati forniti dalla giornalista. Anche per questo, la Rap fornirà copia delle registrazione televisiva di Report alla Procura della Repubblica per tutti gli accertamenti del caso e, se lo riterrà, all’ordine dei giornalisti per la verifica della correttezza deontologica dell’operato dell’inviata“, conclude la società partecipata palermitana.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin