Palermo, "Sorpresi a rubare carburante dai mezzi a Bellolampo": 5 dipendenti Rap in manette :ilSicilia.it
Palermo

Il Comune si costituirà parte civile

Palermo, “Sorpresi a rubare carburante dai mezzi a Bellolampo”: 5 dipendenti Rap in manette

di
5 Giugno 2018

PALERMO – I carabinieri hanno fermato 5 dipendenti della Rap, la società che gestisce la raccolta dei rifiuti a Palermo, e un’altra persona mentre, secondo l’accusa, stavano rubando gasolio dai mezzi della raccolta che si trovavano parcheggiati nel parcheggio della discarica di Bellolampo.

Le indagini dei carabinieri andavano avanti da mesi. Era emerso nel tempo che c’erano ammanchi di carburante dai mezzi della raccolta rifiuti.
La discarica era tenuta sotto controllo e oggi è scattato il blitz. I cinque dipendenti della Rap, insieme a un’altra persona, avevano già prelevato 900 litri di gasolio.

“Stiamo verificando cosa è successo – dicono alcuni sindacalisti – Questi atti sono da condannare e creano un danno di immagine terribile non solo per la società, ma anche per i tanti dipendenti che nei mesi difficili hanno dato il massimo per garantire il servizio alla città”.

Orlando ollando incIl sindaco Leoluca Orlando ha espresso il proprio “apprezzamento per l’azione di indagine e repressione condotta dai carabinieri, col rammarico che il coinvolgimento di alcuni dipendenti in atti criminali, oltre a danneggiare materialmente l’azienda, getta delle ombre sull’immagine della stessa e di tutti i lavoratori, danneggia in ultima analisi tutti i dipendenti impegnati per garantire che Palermo abbia un servizio pubblico efficiente.” Delle anomalie relative al consumo di carburante erano state oggetto di accertamenti da parte dell’azienda, che oggi annuncia la volontà “di costituirsi Parte Civile contro i propri dipendenti e che saranno valutati i provvedimenti disciplinari e sanzionatori previsti dal contratto collettivo”.

“Stiamo verificando cosa è successo – dicono alcuni sindacalisti – Questi atti sono da condannare e creano un danno di immagine terribile non solo per la società, ma anche per i tanti dipendenti che nei mesi difficili hanno dato il massimo per garantire il servizio alla città”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Saghe familiari: Ray Donovan, Peaky Blinders

Ci sono serie o miniserie tv diverse dalle altre perché piuttosto che raccontare le vicende di singoli personaggi hanno come protagonisti degli interi gruppi familiari. In questi casi le  dinamiche narrative sono diverse, più complesse ed articolate e si sviluppano  in  storie totalmente
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin