Palermo, sorpresi sulla corsia d'emergenza in autostrada: ritirate 20 patenti :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

il fatto

Palermo, sorpresi sulla corsia d’emergenza in autostrada: ritirate 20 patenti

di
16 Giugno 2021

La Polizia Stradale di Palermo ha ritirato 20 patenti ad altrettanti automobilisti indisciplinati che circolavano sulla corsia di emergenza dell’autostrada A/29 Palermo –Mazara del Vallo, in particolare nel tratto compreso tra gli svincoli di Tommaso Natale e Carini.

E’ accaduto la scorsa domenica, giornata caratterizzata da intenso traffico sulle strade che conducono alle località balneari della provincia di Palermo, letteralmente prese d’assalto in questi primi giorni di temperature estive e che hanno visto il formarsi di lunghe code in fase di rientro verso il capoluogo sia dal versante occidentale che da quello orientale.

Al fine di garantire la presenza del maggior numero di pattuglie sui principali assi viari, la Polstrada di Palermo ha intensificato i servizi in ambito autostradale che, nel corso dell’ultimo fine settimana, hanno consentito di contestare 110 infrazioni al C.d.S. con 400 punti decurtati sulla patente, soccorrere 23 conducenti e di ritirare 20 patenti di guida ad altrettanti conducenti che impegnavano impropriamente la corsia di emergenza.

Ed è proprio in prossimità di quest’ultima che si caratterizzerà l’azione della Stradale nei prossimi week-end al fine di evitare che le stesse vengano impegnate impropriamente.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin