Palermo, sottopassi viale Regione chiusi da oltre un anno, Mineo (FI): "Solleciteremo per la messa in sicurezza e riapertura" :ilSicilia.it
Palermo

Votato ordine del giorno

Palermo, sottopassi viale Regione chiusi da oltre un anno, Mineo (FI): “Solleciteremo per la messa in sicurezza e riapertura”

di
4 Ottobre 2019

Il consiglio comunale di Palermo ha approvato un ordine del giorno che impegnerà l’Amministrazione a ripristinare i sottopassi di via Altofonte e via Gustavo Roccella “Due importanti sottopassi chiusi da troppo tempo e creano non pochi disagi ai cittadini perchè viene totalmente isolata una parte importante della città che viene attraversata dalla Circonvallazione” ad affermarlo Andrea Mineo, commissario FI Palermo, primo firmatario dell’ordine del giorno.

Il nostro impegno – continua Mineo – sarà quello di fare il possibile per accelerare e programmare i lavori di messa in sicurezza e riapertura per la fruizione“.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.