Palermo, sparatoria allo Zen 2: uccisi in strada padre e figlio :ilSicilia.it
Palermo

agguato in via Rocky Marciano

Palermo, sparatoria allo Zen 2: uccisi in strada padre e figlio

14 Marzo 2019

Due persone, padre e figlio, sono state uccise con colpi d’arma da fuoco in un agguato avvenuto questa sera nel quartiere Zen 2 di Palermo. Le vittime sono Antonino Lupo, di 53 anni, e il figlio Giacomo, di 19.

L’imboscata è scattata in via Rocky Marciano, a poca distanza dalla loro abitazione. I due sono stati trasportati in gravi condizioni nel Pronto soccorso dell’ospedale Villa Sofia dove sono deceduti. Sono in corso indagini della polizia.

Secondo quanto risulta negli schedari della polizia Antonino Lupo ha numerosi precedenti penali, tutti per reati legati allo spaccio di stupefacenti. Il figlio sarebbe incensurato.

Subito dopo la sparatoria alcuni familiari hanno caricato su un’auto Antonino Lupo, mentre Giacomo è stato soccorso da un’ambulanza. Davanti al Pronto soccorso dell’ospedale Villa Sofia si è immediatamente radunata una folla composta da parenti e amici delle due vittime che hanno dato in escandescenze; gli agenti di polizia intervenuti sul posto hanno dovuto faticare non poco per sedare gli animi e mantenere la situazione sotto controllo.

 

LEGGI ANCHE:

Si è costituito l’uomo che avrebbe ucciso padre e figlio allo Zen 2

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.