Palermo: stand del M5S per l'iniziativa "Giocattoli in Movimento" :ilSicilia.it
Palermo

AD ANNUNCIARLO LA DEPUTATA ROBERTA SCHILLACI

Palermo: stand del M5S per l’iniziativa “Giocattoli in Movimento”

di
3 Gennaio 2020

Lunedi 6 gennaio, dalle ore 9,30 alle ore 13,30, una delegazione del M5S sarà presente a Palermo con uno stand in via Ruggero Settimo, angolo via Generale Magliocco, per “Giocattoli in Movimento”, un’iniziativa interamente dedicata ai bambini.

Contiamo – spiega la deputata regionale Roberta Schillacisulla partecipazione di numerosi bambini, che potranno portare due giocattoli usati o due libri, purché in buono stato, per riceverne uno in cambio. I giocattoli raccolti saranno donati a strutture che lavorano a sostegno dell’infanzia come reparti pediatrici, case famiglia o asili pubblici. Educhiamo i nostri bimbi ai concetti di solidarietà, riuso e riciclo a sostegno di un’economia circolare e sostenibile“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.