Palermo, strade asfaltate ogni 22 anni: lo prevede il contratto Rap :ilSicilia.it
Palermo

Ad affermarlo i dirigenti della municipalizzata

Palermo, strade asfaltate ogni 22 anni: lo prevede il contratto Rap

di
6 Maggio 2018

 

PALERMO – La Rap alza “bandiera bianca” su strade e marciapiedi, infatti, durante la seduta del consiglio comunale, i vertici della municipalizzata hanno fatto emergere che “con il budget attuale si può asfaltare una strada ogni 22 anni“.

udcMa dove finiscono i soldi dei contribuenti? si chiede Sabrina Figuccia, consigliere comunale Udc, che dice: “non si può continuare ad assistere a continui rinvii di responsabilità”.

Secondo l’attuale contratto di servizio, infatti, pare sia previsto che le strade vengano asfaltate ogni 22 anni, mentre una sorte decisamente peggiore tocca ai marciapiedi, che stando a quanto relazionato in Aula verrebbero manutenzionati ogni 70 anni.

Ma ciò non basta – aggiunge il consigliere –  perché ad aggravare la situazione, viste le scarse maestranze, distratte attualmente per l’avvio del secondo step della raccolta differenziata, la Rap riesce a portare a termine poco più della metà di quanto previsto dal contratto.

palermoNumeri decisamente deprimenti -continua Sabrina Figucciama per una volta assolutamente in linea con la città reale. Quella in cui ogni giorno i cittadini continuano a pagare tasse molto onerose, come l’Imu e la Tari.

La domanda a questo punto sorge spontanea, se per ammissione degli stessi vertici Rap le strade e i marciapiedi della nostra città vengono manutenzionati con tempi che definirei biblici, allora dove finiscono i soldi dei cittadini? E perché gli stessi dovrebbero ancora continuare a pagare per servizi non resi e soprattutto non previsti neppure dal contratto di servizio?

Queste sono  alcune delle domande che il consigliere comunale ha espresso ai vertici Rap presenti durante la seduta e che saranno oggetto “di una precisa richiesta finalizzata ad una riduzione delle tasse comunali per tutti i cittadini” conclude la Figuccia.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.