Palermo, studente morto in palestra nel 2013: tre condannati per omicidio colposo | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

La sentenza

Palermo, studente morto in palestra nel 2013: tre condannati per omicidio colposo

di
8 Ottobre 2020

A provocare la morte del giovane studente agrigentino Giuseppe Lena di 21 anni nel dicembre 2013 in una palestra a Palermo non sarebbe stato un malore, ma un violento colpo alla testa. Il giudice Sergio Ziino ha condannato per omicidio colposo Giuseppe Chiarello, 45 anni e Roberto Lanza, 33 anni, i due compagni di allenamento di Lena, a 2 anni e 2 mesi di carcere ciascuno, mentre Giuseppe Di Paola, 64 anni, proprietario della palestra di via Stazzone, è stato condannato a 2 anni e mezzo di reclusione.

La sentenza è stata emessa la scorsa notte. In un primo momento, i compagni di palestra avevano detto che Giuseppe Lena si era sentito male durante l’allenamento. Ma il medico legale Paolo Procaccianti, dopo l’autopsia, aveva affermato che il giovane era stato colpito con violenza alla testa. Giuseppe era un grande appassionato di arti marziali. Dopo il colpo ricevuto in testa entra’ in coma e mori’ dopo tre giorni di agonia senza mai riprendere conoscenza. Le indagini erano state coordinate dai procuratori aggiunti Maurizio Scalia, poi da Claudio Corselli e dalla pm Ilaria Somma.

Ci sono voluti 7 lunghi anni per avere una sentenza – dice adesso la madre di Giuseppe, Tonina Di Grigoli, avvocato, che con il marito Franco Lena non ha mai perso una sola udienza -Sono state dette delle cose dai titolari della palestra a cui non abbiamo mai creduto. Noi non vogliamo un colpevole a tutti costi, ma chiediamo che chi ha delle responsabilita’ se ne assuma le conseguenze”. “In nome del popolo italiano, il giudice dichiara colpevoli di omicidio colposo – dice il padre di Giuseppe – Condanna a pene che vanno da due anni e due mesi a due anni e sei mesi. Ecco l’alba di un nuovo giorno”. Ma i genitori non vogliono aggiungere altro. “Aspettiamo il deposito delle motivazioni”, si limita a dire Di Grigoli. Che avverrà tra 90 giorni, come annunciato dal giudice monocratico Ziino.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin