Palermo: studenti disabili senza sostegno, caos assegnazione posti ai docenti :ilSicilia.it
Palermo

in attesa di ricevere la supplenza annuale

Palermo: studenti disabili senza sostegno, caos assegnazione posti ai docenti

di
25 Settembre 2018

A due settimane dal suono della prima campanella sono centinaia gli studenti disabili nelle scuole di Palermo e provincia a non avere ancora l’insegnante di sostegno. Quest’ultimi, precari appartenenti alle graduatorie ad esaurimento, a loro volta sono in attesa di ricevere la supplenza annuale. Ai soliti ritardi burocratici, tipici di ogni inizio anno scolastico, si è aggiunto un altro intoppo. Ieri, infatti, dopo essere stati convocati dall’Ufficio scolastico regionale, all’Istituto Ascione di Borgo Nuovo, hanno rilevato e segnalato una serie di incongruenze, senza tuttavia ottenere ascolto dai funzionari responsabili. Circostanza che li ha spinti a richiedere l’intervento della Digos e che ha costretto i vertici dell’Ufficio a rinviare le procedure.

In particolare a farli andare su tutte le furie è stata soprattutto l’assegnazione di 280 posti a docenti di ruolo non specializzati avvenuta prima ancora che terminassero i lavori di assegnazione delle supplenze ai docenti precari in possesso di titolo. Passaggio che confliggerebbe con le disposizioni del Miur secondo le quali, per quest’anno scolastico prima si procede all’assegnazione provvisoria interprovinciale del personale di ruolo specializzato, successivamente all’accantonamento dei posti per i precari provvisti di titolo e infine all’assegnazione dei posti ai docenti di ruolo che stanno ultimando il percorso di specializzazione sul sostegno o, in subordine, che abbiano prestato almeno un anno di servizio su posto di sostegno. Quindi “l’assegnazione provvisoria su sostegno dei docenti senza titolo – sottolineano i docenti precari – è l’ultima delle operazioni previste”.

Le operazioni di assegnazione delle supplenze per i docenti specializzati della primaria sono state rimandate a giovedì prossimo, mentre nel frattempo sono stati pubblicati i posti disponibili per il sostegno nella scuola dell’infanzia. “Tanti posti! – affermano i precari – più del doppio rispetto ai docenti presenti nelle Gae. Sarà un caso? Si attende la rettifica alla disponibilità di posti di sostegno per la scuola primaria, con l’auspicio che l’anno scolastico possa cominciare veramente per tutti”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

“La casa di carta”, da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin