Palermo, svolta per Ponte Corleone, Ponte Oreto e via Perpignano: “Ok a convenzione con Anas“ :ilSicilia.it
Palermo

lo rende noto il deputato Varrica

Palermo, svolta per Ponte Corleone, Ponte Oreto e via Perpignano: “Ok a convenzione con Anas“

di
23 Febbraio 2021

Via libera per la convenzione tra ANAS, Provveditorato Opere Pubbliche e Comune di Palermo per interventi relativi al Ponte Corleone, al Ponte Oreto e allo Svincolo Perpignano. Lo annuncia il deputato nazionale del M5S Adriano Varrica che è stato il promotore di questo accordo, proponendolo e mettendo al tavolo le varie Amministrazioni lo scorso ottobre.

“Nelle scorse ore – spiega il deputato M5S – ho ricevuto la notizia dall’Amministratore delegato di ANAS del via libera per la firma della convenzione quadro con Provveditore opere pubbliche e Comune di Palermo per gli interventi sul Ponte Corleone, sul Ponte Oreto e sullo svincolo Perpignano. A fine 2020 avevamo già trovato l’intesa sul testo, ma purtroppo gli uffici del Comune erano intervenuti chiedendo delle modifiche che hanno imposto un’ulteriore valutazione da parte degli altri soggetti coinvolti. Ho appena informato il Sindaco e gli ho chiesto di convocare la Giunta per procedere alla sigla di questo importante atto che sbloccherà interventi prioritari per la città”.

Dato lo stato di queste infrastrutture è necessario un intervento tempestivo: “Ho scritto una nota a Provveditorato, ANAS e Comune – spiega il deputato Cinquestelle – affinché nei prossimi giorni venga riconvocato il tavolo tecnico per definire in pochissimo tempo gli accordi operativi sulla manutenzione del ponte Corleone, per la quale abbiamo già le risorse per le analisi approfondite, il monitoraggio e la progettazione, e per quella sul Ponte Oreto, dotata di integrale copertura finanziaria (circa 4 milioni di euro). La situazione di questi ponti non ci consente di perdere un solo istante“.

“Mi sento di ringraziare – conclude Varrica – il Provveditorato e Anas per lo spirito di servizio e la leale collaborazione istituzionale, come testimoniato dal risultato raggiunto. Sia chiaro che questa convenzione non comporta alcun disimpegno rispetto alla responsabilità su tali infrastrutture che resta in capo al Comune di Palermo che dovrà valutare e farsi carico di tutte le misure a tutela dell’incolumità pubblica”.

 

 

LEGGI ANCHE:

“Ponte Corleone a rischio, infiltrazioni d’acqua preoccupanti”: chiuderà a metà, caos in Viale Regione

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.