Palermo, tentato furto in via Libertà e il portiere del palazzo parte all'inseguimento del ladro :ilSicilia.it
Palermo

L'intervento della polizia

Palermo, tentato furto in via Libertà e il portiere del palazzo parte all’inseguimento del ladro

di
3 Novembre 2017

Ha cercato di forzare la porta di uno studio, ma il portiere del palazzo, dopo averlo notato, è partito all’inseguimento lungo via Libertà. Una corsa infinita, gli occhi perplessi dei passati ignari del fatto, infine l’intervento dei poliziotti.

Gli agenti del commissariato Libertà stavano effettuando un servizio di controllo del territorio quando hanno visto un uomo che ne inseguiva un altro e hanno fermato uno di loro, che ha spiegato di essere il portiere di un palazzo vicino, raccontando loro l’accaduto.

A bordo della volante, l’altro uomo è stato raggiunto e bloccato.  Il ladro è un palermitano 43enne, Simone Sanfilippo, arrestato con le accuse di tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di chiavi e arnesi atti allo scasso.

All’interno della sua borsa a tracolla – spiegano dalla Questura – c’erano numerosi arnesi e attrezzi per lo scasso, tra cui alcuni cacciavite modificati, schede di plastica rigida modellate ad arte, guanti in lattice, taglierini e altro ancora”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.