Palermo, topi al Giardino Inglese. Lagalla: "Cittadini non possono trovarsi di fronte a certe immagini indecorose" :ilSicilia.it
Palermo

la dichiarazione

Palermo, topi al Giardino Inglese. Lagalla: “Cittadini non possono trovarsi di fronte a certe immagini indecorose”

di
12 Maggio 2022

Stamattina, una squadra di operai Rap è intervenuta all’interno del giardino inglese “Mattarella” di Palermo per effettuare un intervento mirato di derattizzazione dei giardini nonché nelle vicinanze della fontana della villa.

L’intervento è avvenuto dopo le foto apparse sui social che certificavano la presenza di topi nei pressi della fontana. Si tratta, spiega la Rap, “di un intervento contingente a richiesta, come quello effettuato nei giorni scorsi presso l’ufficio del centro storico, ancora in fase di definizione. Il servizio di derattizzazione di RAP viene effettuato tutto l’anno su strade, piazze e spazi aperti di proprietà pubblica, senza limitazione di accesso secondo un calendario stilato dall’area tecnica che abbraccia tutti i quartieri con interventi mediamente ogni 20 giorni che è consultabile sul sito della RAP”.

Diversamente gli interventi sulle ville comunali, come nella fattispecie il giardino inglese, all’interno dei plessi scolastici, all’interno degli uffici comunali, esempio l’ufficio del centro storico, sono servizi che RAP effettua dopo esplicita richiesta ed autorizzazione da parte del Comune di Palermo, Ufficio Ambiente.

LAGALLA

«L’episodio dei topi all’interno della fontana del Giardino Inglese impone una riflessione sulla cura e decoro degli spazi pubblici di Palermo. Famiglie con bambini, che trascorrono un momento di svago all’interno dei polmoni verdi della Città, non possono trovarsi di fronte a certe immagini indecorose. Il tema va ampliato a tutti gli spazi verdi di Palermo, alcuni in totale stato di abbandono o addirittura inaccessibili», così dichiara Roberto Lagalla, candidato a sindaco del Comune di Palermo.

E continua: «Per questa ragione nel mio programma immagino Palermo come a una città senza periferie. Ecco perché per ogni circoscrizione ho individuato “Centri di prossimità” che fungano da centri di quartiere, di supporto amministrativo, di cultura, di piccoli presidi sanitari, di ascolto e di luogo per i giovani. Centri che abbiano, inoltre, come scopo principale l’inclusione. Troppi spazi sono ancora oggi inaccessibili e inadeguati alle esigenze di cittadini con bisogni speciali. Tra gli spazi individuati, ci sono: San Basilio nella prima circoscrizione; l’ex Macello nella seconda; a Bonagia nella terza; l’ex ospedale psichiatrico nella quarta; i Cantieri culturali della Zisa nella quinta; uno spazio in via Ugo La Malfa nella sesta; Fondo Raffo e l’ex Chimica Arenella nella settima e, infine, la riqualificazione di Borgo Vecchio nell’ottava».

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro