Palermo, una bara davanti alla sede dell'Agenzia delle Entrate | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Il fatto

Palermo, una bara davanti alla sede dell’Agenzia delle Entrate

di
4 Marzo 2021

Una bara è stata trovata davanti all’Agenzia dell’entrate a Palermo in via Konrad Roentgen, nel rione periferico di Cruillas.

E’ stato un vigilante a fare la segnalazione alla polizia. Come in una scena teatrale: la cassa da morto era aperta e contornata da un drappo viola e un grosso cuore rosso al centro.

Sono in corso indagini del commissariato di polizia per risalire agli autori e al movente del gesto. Gli agenti del commissariato San Lorenzo non hanno trovato alcun messaggio in grado di indirizzare le indagini. Hanno acquisito le immagini dalle telecamere che sono state installate nella zona dalla Rap per contrastare l’abbandono dei rifiuti ingombranti e le stanno visionando.

Il dirigente dell’Agenzia delle entrate non ha voluto rilasciare dichiarazioni anche perché, a suo giudizio, il ritrovamento non sarebbe da collegare all’attività svolta dall’ufficio. I dirigenti, sentiti dai poliziotti, hanno infatti negato di avere ricevuto minacce o intimidazioni di qualsivoglia natura.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin