Palermo: vertenza lavoratori Tim. Slc Cgil: "Discussione non più rimandabile" | Video :ilSicilia.it
Palermo

l'assemblea in via Libertà

Palermo: vertenza lavoratori Tim. Slc Cgil: “Discussione non più rimandabile” | Video

di
25 Gennaio 2019

Guarda il video in alto

Continua la protesta dei dipendenti par-time della Tim a Palermo che lamentano una situazione di precarietà insostenibile. Oggi 25 gennaio, decine di lavoratori si sono riuniti in assemblea davanti il negozio Tim di via Libertà per fare il punto della situazione e programmare le prossime iniziative. Il capoluogo palermitano, spiegano, è l’unica città d’Italia in cui gli operatori del 119, il numero clienti della compagnia telefonica, operano su turni serali a tempo parziale.

Con queste motivazioni le rappresentanze sindacali di Slc, Fistel e Uilcom avevano proclamato lo sciopero il 21 gennaio scorso, al quale aveva aderito l’80% dei lavoratori. “Questa situazione – avevano spiegato in un comunicato congiunto – ormai è insostenibile in un’azienda che affida a terzi migliaia di chiamate e nell’ultimo piano industriale aveva ragionato sulla possibilità di incremento orario di queste risorse”.

Oggi il segretario della Slc Cgil Palermo, Maurizio Rosso, rincara la dose. “Non è più rimandabile una discussione sul consolidamento del lavoro – ha detto – sulla contrattazione di secondo livello e sui livelli inquadramentali dei lavoratori di una delle più grandi aziende a rete del paese. Non si può continuare in una logica di part-time involontario che si traduce in un precariato indotto e senza prospettive”.

Secondo i sindacati il problema sarebbe di facile soluzione. Questa, spiegano, “ha un costo zero per Tim vista l’elevata quantità di traffico che Tim dà in gestione agli outsourcers. Non si comprende come mai in un momento dove le Relazioni Sindacali hanno sottoscritto due importanti accordi Nazionali, tra cui uno specifico sulle relazioni industriali, nel territorio non arriva nessun segnale di cambiamento”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin