Palermo, via Roma chiusa fino al 29 dicembre ma è giallo sull'ordinanza | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

I LAVORI AL COLLETTORE FOGNARIO

Palermo, via Roma chiusa fino al 29 dicembre ma è giallo sull’ordinanza | FOTO

di
27 Giugno 2018
Collettore Cala, ordinanza proroga 29 dicembre
via Roma chiusa [Foto M.G.]
incrocio via Roma-via Cavour [Foto M.G.]
incrocio via Roma-via Cavour [Foto M.G.]
via Roma chiusa [Foto M.G.]
Necropoli via Guardione [Foto Mauro Alessi]
Necropoli via Guardione [Foto Mauro Alessi]
MAPPA Tracciato collettore Sistema Cala [Foto D.G.]
[Foto D.G.]
SFOGLIA LA FOTO-GALLERY IN ALTO

PALERMO – Nonostante i lavori siano fermi da mesi, il Comune di Palermo avrebbe concesso una proroga alla ditta Sikelia che cura i lavori del collettore fognario in via Roma, da via Cavour a via Bentivegna, fino al prossimo 29 dicembre. Almeno così sembra da un’ordinanza dell’Ufficio Traffico pubblicata ieri sul sito web del Comune.

Ma è subito giallo, perché in base a quanto riferito dall’assessore ai Lavori Pubblici, Emilio Arcuri, sull’ordinanza non mancano i dubbi: «Incontrerò oggi la ditta per capire il nuovo cronoprogramma dei lavori». Insomma, bisogna vederci chiaro, anche alla luce del contenzioso con la Telecom, che dovrebbe spostare un cavo dei sottoservizi.

Motivo per cui l’ATI “La Cala srl” (associazione temporanea di imprese formata da Sikelia e Tecnis) finora non ha potuto procedere coi lavori. Una disorganizzazione tra uffici comunali, impresa e titolari di sottoservizi che finora ha danneggiato solo i palermitani: in particolare i residenti e i commercianti della zona. Il traffico dallo scorso aprile è stato rivoluzionato (VEDI QUI).

E proprio su questo punto il leader dei Coraggiosi in Consiglio Comunale, Fabrizio Ferrandelli, sul proprio profilo Facebook preannuncia battaglia a Sala delle Lapidi: «Di nuovo fermi i lavori in via Roma? Stasera di nuovo interrogazione in Consiglio comunale».

Qualsiasi decisione verrà presa oggi, una cosa è certa: i disagi sono lontani dalla conclusione. La proroga di altri 6 mesi testimonia che i ritardi sono notevoli.

Una volta conclusa questa fase di spostamento delle sottoreti, il cantiere entrerà nella fase clou molto probabilmente in piena estate, con lo scavo del “pozzo” tra via Roma e via Guardione. Da qui, scavando con la tecnica del “microtunnel”, una piccola “talpa” opererà a circa 10 metri di profondità. Da piazza XIII Vittime le condutture porteranno le acque nere prima a Porta Felice, poi al ponte sull’Oreto, in viale dei Picciotti e viale d’Aosta per dirigerle, infine, ad Acqua dei Corsari. L’appalto integrato è denominato “Sistema Cala” o di «Disinquinamento della fascia costiera dall’Acquasanta al fiume Oreto» e ha un valore di quasi 19 milioni di euro.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.