Palermo, Ztl tutti i giorni e 24 ore su 24: l'ultima mossa della giunta Orlando :ilSicilia.it
Palermo

la palla passa al consiglio comunale

Palermo, Ztl tutti i giorni e 24 ore su 24: l’ultima mossa della giunta Orlando

21 Ottobre 2019

L’assessore alla mobilità, Giusto Catania, invia al Consiglio Comunale la proposta di delibera per completare il percorso di pedonalizzazione lungo gli assi principali del Centro storico di Palermo.

Ecco come dovrebbe diventare il centro storico secondo l’assessore: pedonalizzazione di via Maqueda e corso Vittorio Emanuele, tram in via Roma “Estensione della validità della Ztl centrale all’intero arco giornaliero, ricomprendendo progressivamente nei provvedimenti anche la giornata del sabato e i giorni festivi” questo quanto si legge nelle proposta di delibera.

Un passaggio politico importante, nel rispetto delle prerogative del Consiglio comunale – afferma Giusto Catania, assessore alla Mobilità del Comune di Palermo – la delibera ha l’obiettivo di rendere irreversibile la trasformazione pedonale del Centro storico che, in questi anni, ha avuto tanto successo. Ormai è evidente ed inequivocabile che la scelta di sottrarre automobili da via Maqueda, via Vittorio Emanuele e dalle piazze del Centro ha avuto riscontri positivi per la vivibilità, la mobilità e l’economia della nostra città”.

Con l’approvazione di questo atto si chiude la fase sperimentale e si potrà procedere alla definitiva messa in sicurezza della pedonalizzazione del Centro storico – afferma il sindaco Leoluca Orlando – e siamo fiduciosi che il Consiglio comunale vorrà essere protagonista di questo percorso“.

SCARICA IN BASSO IL DOCUMENTO:

INDIRIZZI SULLA MOBILITA’ NEL CENTRO STORICO

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.