Palestra aperta a Palermo nonostante la zona rossa: multe da 800 euro per i frequentatori :ilSicilia.it
Palermo

COLLABORAZIONE POLIZIA MUNICIPALE E CARABINIERI

Palestra aperta a Palermo nonostante la zona rossa: multe da 800 euro per i frequentatori

di
25 Gennaio 2021

Gli agenti della Polizia Municipale, in un intervento congiunto con i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Palermo, hanno effettuato un sopralluogo presso una palestra in via Giovanni Villani, che risultava aperta al pubblico con la presenza all’interno di 4 frequentatori, che si allenavano con attrezzi fitness, sebbene vietato dal DPCM e dall’O.P.R.S.

Il gestore è stato sanzionato per il mancato rispetto del periodo di chiusura previsto dal vigente DPCM per le palestre, con il conseguente sequestro cautelare amministrativo dei locali per 5 giorni, con apposita affissione di sigilli.

I quattro frequentatori sono stati multati per inottemperanza sia al divieto di spostamento senza giustificato motivo, con verbale di Euro 400, che al divieto di svolgimento di tutte le attività sportive previste dal DPCM, con ulteriori 400 Euro ciascuno.

(Foto di archivio)

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin