Pallavolo: buona la prima per la Seap Aragona, vittoria contro Chieti :ilSicilia.it
Agrigento

UN SECCO 3-0 DECIDE IL MATCH

Pallavolo: buona la prima per la Seap Aragona, vittoria contro Chieti

20 Ottobre 2019

Buona la prima per la Seap Dalli Cardillo Aragona, che supera con un perentorio 3-0 l’ostica Connetti.it Chieti, conquistando i primi punti del campionato di B1. Il sestetto di coach Luca Secchi si è imposto non senza qualche difficoltà, con i parziali di 25-21, 25-22, 25-18. Di fronte ad un folto pubblico, le biancazzurre hanno sfoderato una superba prestazione in ogni fondamentale, conquistando con merito l’intera posta in palio.

Top scorer dell’incontro la schiacciatrice Serena Moneta con 13 punti. La Seap Dalli Cardillo Aragona è scesa in campo con il sestetto tipo: Trabucchi in palleggio, Aricò opposta, Manzano e Composto centrali, Donà e Moneta martelli ricevitori, Vittorio nel ruolo di libero.

La Connetti.it Chieti, priva dell’opposto titolare Sara Gotti, infortunata, ha risposto con Giroldi in regia, il capitano Culiani nell’insolito ruolo di opposto, Spadoni e Galiero centrali, Lestini e D’Angelo ricevitori, Torrese libero.  La partita è stata diretta dagli arbitri Chiara Santangelo e Claudio Spartà, entrambi di Catania.

Dopo un avvio equilibrato, le padrone di casa riescono a piazzare il break decisivo per comandare il primo set, con cinque punti di vantaggio al secondo time out tecnico (16-11). Chieri però non  molla e rientra in partita sfruttando le buone giocate di Culiani, D’Angelo, Spadoni e Galiero, e addirittura passa in vantaggio, portando sul 17-18.

La Seap Dalli Cardillo Aragona non si scompone, rimane concentrata e trascinata da Moneta e capitan Donà riesce a realizzare i punti dell’allungo decisivo. Le neroverdi annullano un primo set point ma poi Giroldi sbaglia la battuta ed il primo parziale termina 25-21 in favore delle padroni di casa.

La battaglia prosegue nel secondo set, ma è sempre la Seap Dalli Cardillo Aragona a dettare legge con un ottimo gioco di squadra: 3-0, 8-6 e 16-11 i primi e importanti parziali. Sale in cattedra anche Ramona Aricò e per la Connetti.it Chieti inizia un momento no, con la ricezione e il muro delle biancazzurre che hanno ottime percentuali e con i contrattacchi delle aragonesi che vanno regolarmente a segno. Le ospiti sono brave ad annullare tre set point a Composto e compagne, ma poi ci pensa l’opposto Aricò, con un attacco potente e preciso, a far gioire i tifosi di casa. Il set termina 25-22.

La reazione della Connetti.it Chieti non c’è ed il terzo parziale è letteralmente dominato dalle aragonesi. Trabucchi dirige il gioco in maniera impeccabile e manda a segno tutte le compagne di squadra. I parziali sono netti: 8-5, 16-12 e 21-13.  Nel finale, le abruzzesi provano a recuperare lo svantaggio con gli attacchi di Lestini e Culiani, ma il sestetto di Luca Secchi mostra grande carattere, personalità e chiude la contesa con l’attacco vincente di Serene Moneta da post 4. Il set finisce 25-18, mentre la partita termina 3-0, con la Seap Dalli Cardillo Aragona che inizia nel migliore dei modi il difficile campionato di serie B1, girone D.

Domenica prossima, per la seconda giornata, la formazione del presidente Nino Di Giacomo sarà di scena in Calabria contro il Palmi. Il match inizia alle ore 17:30 e sarà possibile seguirlo in diretta streaming sulla pagina ufficiale facebook della Pallavolo Aragona.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.