Pallavolo: la Sigel Marsala Volley si presenta al pubblico, via al campionato :ilSicilia.it
Trapani

LA SQUADRA INCONTRA I TIFOSI

Pallavolo: la Sigel Marsala Volley si presenta al pubblico, via al campionato

di
3 Ottobre 2019

La stagione 2019/2020 della Sigel Marsala Volley è partita ufficialmente. Lo staff tecnico, le giocatrici e la dirigenza hanno dato appuntamento ai propri tifosi fra le strade del comune marsalese per assistere al flash mob di pallavolo allestito dal Marsala Volley Project e alla conferenza stampa di presentazione del club. All’interno della sala “Enzo Genna”, Umberto Li Gioi ha introdotto la kermesse con i saluti iniziali rivolti dal presidente Massimo Alloro ai presenti e alle più alte cariche della città, i quali hanno raccolto l’invito per la prima apparizione pubblica del nuovo corso a conclusione dell’estate che ha ridato la Serie A 2 a Marsala.

Presentazione Sigel Marsala Volley

A seguire ha fatto capolino la proiezione del sensazionale video spot prodotto da Logos Engineering, partner commerciale della formazione azzurra. In rappresentanza delle istituzioni cittadine i saluti da parte dell’assessore allo Sport, Andrea Baiata e del sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo. Si sono poi susseguiti gli interventi di Vincenzo Barraco, presidente Fipav Trapani e di Giorgio Castronovo, presidente Fipav Sicilia.

A porgere i propri saluti anche Elena Avallone, delegato Coni Trapani, Salvatore Ombra, presidente Airgest (società gestore dell’aeroporto Trapani/Birgi) ed Enzo Castiglione,  dirigente dell’azienda main sponsor Sigel, il cui connubio con la pallavolo cittadina dura da oltre 18 anni. Subito dopo c’è stato il momento del lancio del videomessaggio indirizzato alla squadra del duo comico Matranga e Minafò.

In coda, a prendere parola alcuni componenti del direttivo societario del Marsala Volley con le “incursioni” al microfono di coach Paolo Collavini; del DS Maurizio Buscaino, il quale ha fatto cenno di due nuovi innesti; del DG Vito Marino; della responsabile alle Relazioni Esterne e Comunicazione Rossana Giacalone e della dirigente Laura Gandolfo.

Poi si è entrati nel vivo con l’annuncio degli interpreti che compongono staff tecnico e roster, che saranno prossimi protagonisti della stagione che bussa ormai alle porte. Successivamente le ragazze e l’intero staff societario hanno incontrato il proprio pubblico, lasciandosi coinvolgersi nelle foto di rito con i fans della società sportiva.

Mariella Laragione

Intanto, la Sigel Marsala Volley comunica di avere chiuso le trattative per Mariella Laragione, centrale di ventisette anni che ha ottenuto lo svincolo dalla Massimi Eco Soluzioni Ladispoli, società romana non iscritta al prossimo campionato di B2.

Laragione, 189 cm, lucana di Policoro (Matera), ritrova a Marsala Paolo Collavini che l’ha allenata nella comune parentesi di Scafati in B1. La scorsa stagione Mariella aveva accettato dapprima la chiamata della Ekuba Volley Palmi (B2), salvo poi a gennaio trasferirsi a Ladispoli sempre in B2, centrando un piazzamento playoff e arrivando a disputare la semifinale poi persa contro la Seap Dalli Cardillo Aragona, hanno giocato formazione agrigentina del presidente Nino Di Giacomo con cui proprio le azzurre in pre-campionato.

Per la giovane anche l’esperienza di un biennio importante nel Nord-Italia. All’Iseo Serrature Pisogne nelle stagioni 2016/2017 [B2] e 2017/2018 [B1]. Nel 2013/2014 si fa risalire l’annata in cui ha militato vicino casa: alla Zerocinque Montescaglioso, nel Materano.

Di contro, per un arrivo c’è una partenza. Le strade tra la centrale classe 1997 Monica Rettani e la Sigel si dividono. L’atleta aveva svolto tutta la fase della preparazione atletica in sede, avendo risposto regolarmente alla convocazione per il raduno del 26 agosto scorso. La società augura alla pallavolista di Saronno le migliori soddisfazioni umane e professionali.

Il Sodalizio, con in testa il diesse Maurizio Buscaino, nella settimana che sfocia con il debutto in campionato di domenica 6 ottobre, è al lavoro per la risoluzione di un ultimo affare ad integrazione dell’attuale roster a disposizione del tecnico Collavini.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.