Pane in cattivo stato di conservazione: operazione dei carabinieri nel Palermitano :ilSicilia.it
Palermo

nove le persone segnalate all'Autorità Giudiziaria

Pane in cattivo stato di conservazione: operazione dei carabinieri nel Palermitano

di
8 Agosto 2018

I Carabinieri di Palermo hanno monitorato e contrastato negli ultimi giorni il fenomeno della produzione di pane “senza licenza” e della vendita in cattivo stato di conservazione.

palermoSono ben nove le persone segnalate all’Autorità Giudiziaria. Le verifiche, svolte con i Carabinieri del NAS e i Carabinieri Forestali, hanno interessato diversi panificatori. Nel comune di Monreale sono stati scovati due forni completamente abusivi, adibiti alla produzione di un grande quantitativo di pane.

I due gestori dovranno rispondere del reato di produzione e detenzione finalizzata alla vendita di pane in cattivo stato di conservazione. I locali e le attrezzature sono state sequestrate.

Sempre nella filiera della distribuzione del pane, sono stati deferiti sette soggetti, sorpresi a trasportare e vendere pane in strada, in precarie condizioni igieniche. Gli stessi erano intenti alla vendita su strada del pane senza alcuna protezione dalla polvere e dai gas di scarico delle auto in transito e in assenza di documentazione riconducibile alla tracciabilità o filiera produttiva.

Oltre alla denuncia sono scattate sanzioni per migliaia di euro per la violazione degli obblighi in materia di tracciabilità e l’inottemperanza al divieto di commercializzazione su area pubblica, prevista dalla determina assessoriale della Regione Siciliana.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.