Panificazione, dalla Regione in arrivo il marchio di qualità. "Pronto un ddl per il pane fresco domenicale" :ilSicilia.it

"Il decreto Lo Bello favorisce la grande distribuzione"

Panificazione, dalla Regione in arrivo il marchio di qualità. “Pronto un ddl per il pane fresco domenicale”

12 Gennaio 2018

“È stato presentato un disegno di legge per rimettere ordine nel settore della panificazione, dopo le polemiche generate dal decreto Lo Bello del 17 Ottobre 2017. Tale decreto ha creato non pochi malumori tra gli operatori del settore, fatti propri da Confartigianato e CNA. Lo ha dichiarato Carmelo Pullara capogruppo all’Ars di Popolari&Autonomisti/IdeaSicilia.

Carmelo Pullara
Carmelo Pullara

“Non è stato indifferente per me, uomo legato alle tradizioni e consapevole del valore dei nostri artigiani – ha dichiatato Pullara –  uomo prima che politico, questo decreto del precedente governo regionale che di fatto impediva ai panificatori la produzione di pane e dolci da forno tradizionali di domenica e nei giorni festivi. Ciò, ad oggi, non consente ai nostri artigiani panettieri di competere liberamente con i colossi dell’alimentare, che a loro volta, con il decreto da me presentato, potranno organizzarsi essi stessi per la vendita del pane fresco domenicaleIl primo disegno di legge che porterà la mia firma – continua –  ha, tuttavia, ambizioni ulteriori rispetto alla mera cancellazione di questo inutile intralcio all’attività panificatoria, reca in se le norme per la valorizzazione della filiera del pane fresco e prevede il riconoscimento, da parte della Regione siciliana, a coloro i quali producono pane fresco di poter apporre un bollino di qualità“.

Un marchio che renderà il Pane Siciliano un prodotto unico e facilmente distinguibile da qualsiasi altro tipo di impasto di farina cotto al forno, ad esempio i prelavorati cotti nei punti vendita. Prevede, ancora, un elenco volto a dare dignità di prodotti unici e da tutelare anche a tutti gli altri prodotti da forno della tradizione siciliana. Infine conferisce a coloro i quali fanno questo mestiere da almeno tre anni la qualifica e il titolo per fare della propria arte uno strumento di formazione per chi  voglia intraprendere la stessa strada.

“Per troppo tempo la politica ha allontanato i nostri artigiani operosi dai palazzi, questo mia prima azione legislativa è un invito a tutte le categorie di Siciliani, le cui imprese necessitano di tutela – conclude  l’onorevole Pullara – a farsi avanti e segnalarci quali misure il legislatore può attuare per fornirgli le garanzie che meritano e che necessitano per navigare sicure attraverso il mercato globale”

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.