Papatheu: "Governo spettatore delle liti tra scienziati. Così la fase 3 sarà l'anno zero" :ilSicilia.it

critiche sulla gestione dell'emergenza

Papatheu: “Governo spettatore delle liti tra scienziati. Così la fase 3 sarà l’anno zero”

di
1 Giugno 2020

“Ancora una volta il governo dei 450 esperti si nasconde su Covid-19, non ha il coraggio di orientare la ripartenza e lascia i cittadini nel caos. In un momento in cui l’Italia ha bisogno di affrontare con determinazione la crisi, i contrasti tra esperti e ricercatori prestati ai salotti tv, che sostengono il virus sia scomparso o che ci sia ancora, rischiano di acuire l’incertezza che già regna sovrana”. Lo afferma la parlamentare siciliana di Forza Italia, Urania Papatheu.

“Dovremmo essere ormai nella fase 3 ma sembra l’anno zero e non è colpa della comunità scientifica – afferma la senatrice Papatheu -. Si rischia di generare altra confusione in un Paese che non deve abbassare la guardia contro la pandemia ma necessita di uno slancio di fiducia e non può restare ostaggio della paura. Il Governo sempre solerte nell’organizzare il confessionale stampa del premier conferma le sue gravi lacune nella comunicazione dell’emergenza. Pd e M5S scaricano tutte le responsabilità sulla scienza, sino a farla apparire divisa e litigiosa”.

“Ben vengano le disamine di virologi, epidemiologi e immunologi, ma chi governa non può gestire l’emergenza dalle retrovie per poi riapparire solo a convenienza, demandando ad altri il ruolo guida in una pandemia, anziché garantire ai cittadini l’unico antidoto contro il terrore: informazioni chiare, trasparenti, verificate e di pubblica utilità. In attesa del vaccino contro Covid-19, l’Italia ha bisogno con urgenza di altri due anticorpi: quello sull’infodemia per tornare a vivere e quello contro l’inadeguatezza del governo Conte per rilanciare economia, imprese e lavoro”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.