Papatheu scrive al presidente ODG: "Basta attacchi al Sud e alla Sicilia, sanzionare le offese" :ilSicilia.it

lettera della parlamentare a Verna

Papatheu scrive al presidente ODG: “Basta attacchi al Sud e alla Sicilia, sanzionare le offese”

8 Aprile 2020

La parlamentare di Forza Italia, Urania Papatheu, ha inviato una lettera al presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna, nella quale chiede un intervento dell’ODG per sanzionare “gli episodi sempre più frequenti in cui organi di stampa e professionisti del settore, attraverso tv, giornali, testate online o post social, anche in piena emergenza Coronavirus, offendono il Sud e la Sicilia“.

“Assistiamo al sistematico reiterarsi di frasi che ledono l’immagine dei cittadini meridionali, venendo meno agli obblighi deontologici, etici e morali imposti dalla professione giornalistica afferma la senatrice Papatheu -. Non si tratta, solo di cattiva informazione ma di vera e propria disinformazione che mistifica la realtà dei fatti e mortifica milioni di onesti cittadini meridionali”.

“In un momento nel quale servirebbe unità e condivisione di intenti, si registrano invece espressioni offensive, che rischiano di generare ulteriori tensioni sociali. C’è chi asserisce che “la Sicilia senza la Lombardia sarebbe in Africa”, chi titola “Virus alla conquista del Sud”, o editoriali in cui si legge che il Covid-19 abbia colpito “con strabismo” “le Regioni del Nord produttivo”, augurandosi che l’epidemia possa scoppiare al Sud. Si asserisce che il Coronavirus abbia interessato il Nord Italia “perché lì la gente va a lavorare”. Occorre, quindi, sanzionare questi comportamenti volgari” conclude la Papatheu. 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.