Papatheu: "Stop al caro biglietti aerei. FI darà battaglia su tariffe e costi anomali" :ilSicilia.it

arrivano emendamenti e interrogazioni

Papatheu: “Stop al caro voli in Sicilia. FI darà battaglia su tariffe e costi anomali”

14 Novembre 2019

Forza Italia annuncia battaglia in Parlamento contro il caro biglietti aerei da e per la Sicilia che sta penalizzando tanti cittadini. Su questa emergenza, ormai approdata ad un punto di non ritorno, oggi nella sala “Caduti di Nassirya” del Senato, Forza Italia ha tenuto una conferenza stampa per presentare gli emendamenti previsti sul caro prezzi dei biglietti Alitalia da e per la Sicilia. All’incontro con la stampa sono intervenuti il senatore Renato Schifani, ex presidente del Senato, Stefania Prestigiacomo e i parlamentari siciliani di Forza Italia, Urania Papatheu, Nino Germanà, Gabriella Giammanco, Giusi Bartolozzi e Antonino Minardo.

Urania Papatheu, esponente siciliana al Senato del partito azzurro, ha presentato due interrogazioni, sui collegamenti ridotti ed in alcuni casi eliminati dalle compagnie per le linee riguardanti la Sicilia e sui costi del biglietto aereo, con relativa richiesta di istituzione immediata di una commissione speciale per accertare con l’apporto di tecnici del settore se le compagnie abbiano applicati oneri impropri ai danni dei consumatori.

“Lo vogliamo dire ai siciliani con determinazione e senza giri di parole: sull’emergenza del caro biglietti aerei noi di Forza Italia ci siamo e daremo battaglia per risolvere il problema. La questione la stiamo affrontando da parlamentari, ma ancor prima da cittadini semplici, tra la gente, senza alcuna distinzione, uniti dalla passione civile per il riconoscimento di un nostro diritto, l’insularità, come la Sardegna. E’ un diritto che appartiene a tutti noi siciliani e che non possono più continuare a negarci”.

“La compagnia aerea Vueling – continua Papatheu – ha sospeso i voli per la Sicilia, Ryanair e Alitalia applicano in duopolio prezzi totalmente fuori mercato. La Sicilia anche da questo governo giallorosso continua a essere trattata come come regione “sottosviluppata”. Invece di riconoscere il diritto alla continuità territoriale e all’applicazione di tariffe sostenibili, l’Esecutivo delle sinistre rimane silente con i proclami del “solito” viceministro Cancellieri in CdM, che sarà bacchettato da Renzi e rimproverato dal PD. Noi di Forza Italia presenteremo un emendamento alla manovra per un apposito fondo da 100 milioni. Ma affronteremo anche gli altri aspetti delle tariffe. Il prezzo di un biglietto comprende tasse aeroportuali che incidono per almeno il 40% del costo finale e molteplici voci e oneri a carico dell’utente. Quali controlli sono stati effettuati in Italia sulla regolarità dei prezzi imposti dalle compagnie e su variabili come il quantum imposto sul carburante? Anomalie sono state segnalate da Uftaa su sospette plusvalenze realizzate dai vettori. Per questo ho presentato due interrogazioni parlamentari e ho chiesto al governo l’istituzione di un tavolo speciale, alla presenza di tecnici del settore, che verifichi se qualcuno pensa di applicare i costi impropri ai cittadini per sanare i propri bilanci”.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.