Papatheu: "Toninelli fa inutili passerelle, servono atti concreti sulla A18" :ilSicilia.it

l'esponente di FI attacca il ministro

Papatheu: “Toninelli fa inutili passerelle, servono atti concreti sulla A18”

di
26 Marzo 2019

La visita del ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli in Sicilia scatena polemiche e dal centrodestra piovono bordate all’indirizzo dell’esponente del M5S.

Oltre al governatore Nello Musumeci (LEGGI QUI), anche la senatrice di Forza Italia, Urania Papatheu va all’attacco del ministro.

Toninelli non ha nessun titolo e nemmeno le competenze per dare lezioni. Si sforzi di fare il ministro in modo decente, cosa che sino ad oggi non gli è mai riuscita afferma Papatheu -. Sulla vicenda della frana a Letojanni ci aspettiamo atti e fatti concreti, non è più tempo di inutili passerelle mediatiche. La visita del Ministro a Letojanni non aggiunge nulla di rilevante in una problematica nella quale sinora le uniche iniziative concrete le ha assunte l’assessore regionale Marco Falcone.

Non saranno invece le passerelle di Toninelli e del M5S a sbloccare l’indecente situazione che paralizza da 4 anni l’autostrada A18 Messina-Catania, per lo più in un tratto in prossimità del primo polo turistico siciliano. L’ex Giunta regionale che faceva capo a Crocetta ha prodotto soltanto disastri, l’attuale Esecutivo del presidente Musumeci sta facendo la sua parte nel miglior modo possibile per rimediare alle criticità ereditate e sta operando senza la necessaria collaborazione del Governo nazionale, che si è limitato sinora a qualche sporadica dichiarazione accompagnata da inutili sopralluoghi come quello odierno”.

“Toninelli ha fatto sapere che entro un mese il Cas dovrà venire a Roma e dare delle risposte precise su ciò che è successo fino ad oggi è su ciò che intende fare per il futuro – continua Papatheu –. Ci fa piacere che si sia accorto anche lui che un’autostrada bloccata da quasi 4 anni è ma visto che anche lui è in carica da ormai un anno, ci piacerebbe sapere dov’è stato sinora anche il ministro Toninelli e cosa ha fatto per risolvere un’emergenza vera che non ricade in uno sperduto territorio di periferia ma in una delle autostrade più trafficate della Sicilia e del Sud Italia. Quindi anziché perdere altro tempo a fare processi e moralismi – fermo restando che chiaramente le responsabilità di quanto avvenuto sulla A18 sinora andranno accertate – Toninelli e il Governo del (finto) cambiamento si diano da fare per quanto di competenza a sostenere l’impegno del Governo Musumeci”. 

“Toninelli si premura a dire di essere venuto in Sicilia “per toccare con mano le numerose inadempienze del concessionario autostradale siciliano Cas” conclude Papatheu -. Peccato che poi il ministro non conosca neppure la data in cui la frana ha colpito Letojanni, salvo dover chiedere ai suoi deputati siciliani di ricordarglielo in coro. I siciliani sono stanchi di sterili promesse e inconcludenti sceneggiate grilline. Repetita iuvant: da questo momento basta chiacchiere: meno parate e più fatti”.

 

LEGGI ANCHE:

Ponte sullo Stretto, Musumeci lancia ipotesi referendum | VIDEO

Toninelli a Letojanni: “Accelerare l’iter per la frana A18, troppe inadempienze Cas”

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro