Parco delle Madonie, Cordaro: "Via piano interventi per contenere i daini nell'area" :ilSicilia.it
Palermo

La decisione dopo la riunione convocata dall'Assessore regionale al territorio

Parco delle Madonie, Cordaro: “Via piano interventi per contenere i daini nell’area”

di
22 Luglio 2021

Al via un piano di interventi per il contenimento dei daini nell’area del Parco delle Madonie. Le iniziative sono state concordate nel corso di una riunione straordinaria, convocata nella sede del Parco dall’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro, con i 21 sindaci dei Comuni del comprensorio madonita, 15 dei quali ricadenti all’interno dell’area del Parco.

Ha partecipato anche il responsabile della ripartizione faunistica-venatoria della provincia di Palermo. “Veniamo incontro – spiega l’assessore Cordaro – ai primi cittadini e alle comunità locali, assieme alle quali abbiamo individuato una serie di azioni da mettere in campo per limitare i danni alle produzioni agricole, agli allevamenti e al patrimonio forestale causate da un’eccessiva presenza di daini sul territorio. Interverremo, nell’assoluto rispetto dell’ambiente e della fauna selvatica, per evitare episodi che si verificano con una frequenza ormai eccessiva e pericoli per l’incolumità delle persone”.

All’interno dell’area del Parco sarà avviato il Piano di gestione del daino, già approvato in precedenza. Per le zone esterne all’area protetta sarà predisposto un Piano di abbattimento selettivo, come già fatto per i cinghiali. Sarà inoltre avviato l’iter per l’introduzione del daino tra le specie cacciabili e il contestuale inserimento nel calendario venatorio. Infine, ai sindaci l’assessorato fornirà una bozza di ordinanza sindacale che consenta loro di intervenire tempestivamente in casi di emergenza.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin