Parco di Naxos-Taormina: da oggi riapre al pubblico Isola Bella :ilSicilia.it
Messina

dopo la mareggiata e i lavori

Parco di Naxos-Taormina: da oggi riapre al pubblico Isola Bella

di
14 Gennaio 2020

A Taormina torna disponibile al pubblico, a partire dalla giornata odierna, dopo due settimane di stop l’isolotto di Isola Bella, dove il Parco Archeologico di Naxos-Taormina ha effettuato degli interventi di sicurezza a seguito di una mareggiata. Isolabella era stata temporaneamente chiusa dopo la mareggiata che aveva danneggiato le aree di accoglienza e per questo, a seguito di una ricognizione sui luoghi, la direttrice del Parco, l’archeologa Gabriella Tigano, dispose dal 1 gennaio la chiusura e decise di “dirottare” i custodi al Palazzo Ciampoli, per estendere le visite alla mostra di archeologia subacquea (che si è poi conclusa il 12 gennaio).

“Per consentire la riapertura di Isola Bella è stato fatto un intervento limitato ai danni della mareggiata. Sono stati pianificati degli interventi di manutenzione più importanti per i prossimi mesi”, spiega la dott.ssa Tigano.

L’edificio, di particolare pregio, e che da sempre rappresenta una delle più suggestive attrattive di Taormina, per la sua collocazione è costretto a dover fare i conti con tutti i problemi connessi e riconducibili all’estrema vicinanza al mare.

Quindi oltre all’attività di corrosione della salsedine e dell’umidità, anche gli eventuali danni dalle mareggiate invernali diventano poi un problema per la villa, con cui dover fare i conti. Per questo il Parco di Naxos-Taormina, nel garantire la fruizione del sito archeologico, al contempo è impegnato anche nel costante monitoraggio delle condizioni di sicurezza per una fruizione del bene in condizioni ottimali da parte dell’utenza.

la piscina dell’ex Villa Bosurgi

L’obiettivo in vista di quest’anno da poco iniziato è proprio quello di avviare nei prossimi mesi alcuni interventi dediti a risolvere alcune criticità che affliggono l’ex Villa Bosurgi, acquisita nel 1992 dalla Regione Siciliana (ed allora entrata nel demanio dell’Assessorato Beni Culturali, gestito dalla Soprintendenza di Messina).

Nel 1998 fu, quindi, istituita la Riserva Naturale al fine di tutelare la flora e la fauna della baia (la Riserva viene gestita attualmente dal Cutgana) mentre dal 2010 è operativo il Parco di Naxos-Taormina che comprende, oltre Isolabella, anche il Teatro Antico, Villa Caronia, il Museo di Giardini Naxos e di Francavilla.

Da oggi, con orario invernale dalle 9 alle 16, sarà possibile di nuovo visitare l’isolotto, con le sue unicità ambientali e paesaggistiche, le asperità delle rocce calcaree, stanze e belvederi sovrapposti collegati da scalinate interne ed esterne, volte e passaggi nascosti rivestiti con pietre, che conferiscono all’Isolabella un carattere unico ed affascinante per l’armonia complessiva del paesaggio.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.