Parlamento europeo accusa la Russia di "esportazione illegale" di oggetti d'arte :ilSicilia.it

Parlamento europeo accusa la Russia di “esportazione illegale” di oggetti d’arte

26 Novembre 2018

Diversi sono gli aspetti di aggressione nei confronti del nostro patrimonio culturale, bisogna preservarlo, non solo dal deterioramento ma, soprattutto, dalla distruzione, sottrazione ed esportazione illegale (anche con acquisti on line).

Questa esportazione, avviene con la complicità di storici o professionisti dell’arte, che rilasciano degli attestati, una sorta di carta d’identità falsata dell’opera, che insieme ad ulteriori certificati assai ambigui vengono dichiarati in dogana, diventano così tutto lecitamente commerciabili.

Il traffico illecito di oggetti d’arte è in costante espansione, un dato importante nella intera comunità internazionale, che porta il fenomeno tra i mercati più lucrativi al mondo e di conseguenza una delle principali cause della dispersione del patrimonio culturale globale.

Recentemente l’Unione Europea, ha accusato la Russia di possedere illegalmente opere d’arte, presumibilmente rubate durante la seconda guerra mondiale, in diversi paesi dell’Europa.

Nello specifico, l’accusa da Bruxelles è di “esportazione illegale” di beni culturali dalla Crimea, che sono parte del patrimonio culturale dell’Ucraina” ed ha invitato il comitato parlamentare per gli affari legali a prendere misure per fermare l’esportazione illegale da parte delle autorità russe e delle sue istituzioni culturali di mostre che fanno parte del patrimonio culturale dell’Ucraina.

Il Consiglio di Stato della Crimea, ha definito le accuse contro la Russia illegittime, perchè gli oggetti storici della regione, come la stessa penisola, non appartengono all’Ucraina.

Un po’ come dire che non si può essere ladri a casa propria. 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.