Parte da Palermo la Staffetta di Scrittura 2020/2021, Micciché: "Simbolo di integrazione" | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

La presentazione a Palazzo reale

Parte da Palermo la Staffetta di Scrittura 2020/2021, Micciché: “Simbolo di integrazione” | VIDEO

di
26 Ottobre 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

E’ stata presentata oggi a Palermo nella sede di Palazzo Reale la “Staffetta di Scrittura della Cittadinanza e della Legalità”.

La staffetta di scrittura è arrivata alla sua 18esima edizione, ma con un nuovo format, causa Covid, organizzato dalla Presidenza dell’Assemblea regionale siciliana in partnership con La Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo, attorno alla quale si confronta la comunità di educante più vasta d’Europa su ” VITAE“.

L’INIZIATIVA

L’’iniziativa prevede il coinvolgimento di 100 scuole siciliane, 1200 in totale quelle italiane, per un totale di 50 mila studenti coinvolti spiega  Andrea Iovino, presidente Bimed -. L’iniziativa parte dalla Sicilia e si dirama in tutto il nostro Paese e in gran parte d’Europa. L’obiettivo è uno solo, quello di determinare, attraverso la scrittura, coesione sociale. Mettiamo ragazzi e ragazze a scrivere insieme sulla scorta di un modello molto semplice, quello della Costituzione Italiana. Auspichiamo che attraverso la scrittura si determini conforto e  dialoghino di più scienza e coscienza“.

Nella sala stampa dell’Ars, il progetto è stato quindi presentato come una speranza per un domani che non si potrà ricostruire senza la coesione. Allora quale sarebbe potuto essere tema migliore per la staffetta 2020 che non una celebrazione alla vita?

IL PRESIDENTE DELL’ARS

L’iniziativa avvicina i ragazzi con la scrittura trasferendo i propri valori, la propria educazione e le proprie tradizioni. Avere 50 mila ragazzi che lavorino insieme, credo che sia una cosa meravigliosa. Mi ero proprio innamorato dell’idea di farla partire dalla Sicilia, e siccome ne sono innamorato ancora, voglio vedere questa cosa e tutto il gruppo che ne è coinvolto“, dichiara il presidente dell’Ars Gianfranco Micciché.

“Questo palazzo – prosegue Miccichè – è un simbolo di integrazione, come quella che costruite voi fra il digitale e l’analogico. Per questo non comprenderò mai chi mi dice di non accettare chi arriva dall’altro lato del Mediterraneo, che è una sorta di condominio dove siamo accomunati dalla povertà, ma anche dalla civiltà”.

Il presidente dell’Ars ha invitato tutti i partecipanti alla conferenza, seguita anche online da 40 partecipanti da tutta Italia, così: “Vi attendo in presenza a Palermo, non appena sarà possibile, per scoprire le meraviglie di questo palazzo”.

 

L’iniziativa partirà il 28 ottobre a Palermo e verrà seguito da diverse attività e progetti formativi, non solo per studenti, ma anche per docenti. Il programma è visionabile sul sito della Bimed.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin