18 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.32
Palermo

Il tema di quest'anno sarà "L'Altro"

Parte la XIX edizione del concorso fotografico città di Castelbuono in ricordo di Enzo La Grua

3 Maggio 2018

 

Considerato il grande successo conseguito lo scorso anno sia per il numero delle opere pervenute che per il numero dei partecipanti, che hanno rappresentato varie regioni italiane, l’associazione Culturale Enzo La Grua, con in testa il dottor Vincenzo Cucco, è già pronta nella promozione della XIX edizione del Concorso Nazionale di Fotografia Città di Castelbuono, sempre nel ricordo di Enzo La Grua  a cui è stato intestato il “Premio giovane”, con il lancio del nuovo tema “L’ALTRO” che si accompagna al tema “Libero” e “Castelbuono oggi”.

castelbuonoTema molto impegnativo che può suonare come sfida al mondo dei fotoamatori ma che in realtà si pone un preciso obiettivo: stimolare, attraverso il tema dell’ALTRO, la sensibilità di chi è dietro l’occhio fotografico a indagare le diverse tipologie di diversità per farne emergere “La diversità in ognuno di noi non è un’idea per discriminare, etichettare, ma una ricchezza” diceva il grande Pier Paolo Pasolini.

La manifestazione coinvolge parecchie persone, non solo castelbuonesi o villeggianti che amano trascorrervi le loro vacanze, che sanno apprezzare i tantissimi scatti fotografici partecipanti al concorso ben presentati in un contesto espositivo gradevole, ma soprattutto tanti amanti della fotografia.

Il concorso, stabilmente inserito fra le manifestazioni estive di grande rilievo, grazie all’impegno del dottor Vincenzo Cucco, è sostenuto, anche per questa edizione, dalla Presidenza, Assemblea e dall’ Assessorato al Turismo della Regione Siciliana, Università degli Studi di Palermo, dall’Accademia di Belle Arti di Palermo, dal Comune e Museo Civico e Pro Loco di Castelbuono, Banca Mediolanum, Associazione D.L.F. Palermo, Cangemi Ottica, CTA Fauni Comunità Terapeutica Assistita, Parrucca ceramiche, Espero/rivista, Printandgo e dall’imprenditoria privata castelbuonese rappresentata da Agriturismo Bergi, Masseria Rocca di Gonato, Paradiso delle Madonie Hotel, Tumminello biscotti, Fiasconaro, Giardino di Venere/ristorante, Robert Goodman/photographer, Punto Verde piante e fiori, a cui va un sentito plauso di ringraziamento.

Al concorso possono partecipare tutti coloro che amano la fotografia, sia dilettanti che professionisti e sono liberi di partecipare a tutte le tematiche o solo parzialmente.

I files dovranno essere inviati entro il giorno 1 luglio tramite posta elettronica – https://wetrasfer.com – all’indirizzo e-mail: cucco@fotoconcorsolagrua.it.

L’associazione, oltre alle prime tre opere classificate, per sezione e tematica premiate con targhe d’argento, coppe e/o denaro ed altro da definire, potrà assegnare altri premi alle opere che la giuria, composta da professionisti di grande prestigio e presieduta dal dottor Vincenzo Cucco, giudicherà meritevoli.

castelbuonoLe opere selezionate saranno esposte, con l’allestimento curato dall’art director Massimiliano La Grua, all’interno dello spazio “Centro Sud”, dal 14 al 22 agosto, la premiazione, inserita nel contesto di una performance teatrale, è prevista per il sabato 18 agosto nella splendida cornice del “Chiostro di S. Francesco”, nel cui contesto la compagnia teatrale “Fiori di Carta” con la regia di Clelia Cucco rappresenterà una pieces teatrale.

(foto: Clelia Cucco, Giuseppe Montaperto, Massimiliano La Grua, ErnestoMaria Ponte)

Il concorso nazionale di Fotografia Città di Castelbuono, con l’associazione Culturale Enzo La Grua, continua a sostenere l’associazione “A Cuore Aperto Onlus”, presidente professore Giovanni Ruvolo, direttore U.O.C. Policlinico Tor Vergata di Roma, per l’iniziativa “Un cuore per Ipogolo” (Tanzania).

Il regolamento e la scheda di partecipazione potranno essere visionati e scaricati direttamente dal sito www.fotoconcorsolagrua.it/ http://www.facebook.com/pages/Concorso-Fotografico-Enzo-La-Grua.

Info: dottor Vincenzo Cucco, cell. 329 4516427, cucco@fotoconcorsolagrua.it.

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.