Partecipate, Orlando indica nuovi Amministratori unici. Cimino alla guida dell'Amat :ilSicilia.it
Palermo

In quota Sicilia Futura

Partecipate, Orlando indica nuovi Amministratori unici. Cimino alla guida dell’Amat

di
16 Luglio 2018

Così come era stato annunciato, una volta approvato da parte del Consiglio comunale il bilancio consolidato, il sindaco Leoluca Orlando sta procedendo alla nomina dei vertici delle aziende partecipate, di cui il Comune di Palermo è socio unico o di maggioranza.

“Nella scelta degli amministratori unici – afferma il sindaco – ho voluto attenermi a quei criteri di professionalità, competenza ed esperienza che sono indispensabili nella gestione di aziende pubbliche, proprio perché il carattere pubblico dei servizi essenziali è e rimane l’elemento chiave. Questo elemento di scelta, che è prettamente politico, costituisce uno degli elementi di forza collanti della coalizione di governo della città, fatto proprio da tutte le forze politiche che hanno sostenuto la mia candidatura e il mio programma votato dagli elettori”. 

“In questo spirito di condivisione politica, la scelta dei nuovi amministratori unici è quindi caduta su: 
Maria Prestigiacomo, Antonio Perniciaro e Franco Randazzo, rispettivamente per AMAP, Reset e Sispi, a conferma del lavoro svolto in questi anni, che ha reso le loro aziende dei capisaldi nei servizi offerti alla città, ai cittadini e all’Amministrazione comunale; 
– per la RAP, Giuseppe Norata, già amministratore, con ottimi risultati gestionali di aziende pubbliche nel settore dei rifiuti; 
– per l’AMG, Mario Butera, per la sua esperienza nazionale e internazionale legata ai temi dell’efficienza energetica e dell’innovazione in campo industriale e civile; 
– per l’AMAT, Michele Cimino, per la sua esperienza e competenza in materia di amministrazione pubblica e bilancio”. 

Cimino è ex deputato e già assessore regionale, in forza a Sicilia Futura. Prenderà il posto del dimissionario Antonio Gristina. A lui quindi il difficile nodo da sciogliere sul futuro dell’azienda e sulla complicata gestione dei tram.

orlando pd“Una squadra – afferma Orlando – che conferma prima di tutto la visione politica di questa Amministrazione relativamente alle aziende di servizio e cioè che tali aziende e tali servizi devono restare pubblici a tutela degli interessi dei cittadini. Allo stesso tempo, una squadra che conferma che a questo principio basilare si può e si deve affiancare sempre quello della competenza e dell’esperienza, che sono garanzia della qualità nella gestione delle aziende stesse”. 

Infine, da Orlando un ringraziamento “a tutti i presidenti e componenti dei consigli di amministrazione delle aziende che in questi anni ne hanno accompagnato lo sviluppo e la crescita, attraversando momenti difficili, ma garantendo che Palermo avesse aziende di servizio pubbliche, in grado di rispondere alle necessità dei cittadini”.

Le nomine degli amministratori unici saranno formalizzate nei prossimi giorni, al termine degli accertamenti di rito.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro